Infoland srl

il partner software per l'industria elettronica

glossario

Il Glossario della rilevazione dati, dell'identificazione e della sicurezza raccoglie una buona selezione dei termini operativi dei settori in cui opera Infoland.

Per cercare all'interno della pagina una particolare parola o frase, utilizzare la funzione del menu per la ricerca nel documento: CTRL-F.

Selezionare l'iniziale del termine di Glossario:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
 

A
6805 (Motorola) Il 6805, un Microcontrollore a 8 bit, è basato non strettamente sul precedente 6800 con qualche somiglianza col 6502. Le istruzioni, i dati, l'I/O ed i timer condividono lo stesso spazio di indirizzamento. Lo stack pointer, di 5 bit, consente una profondità dello stack di 32 byte. Alcuni membri di questa famiglia includono sul Chip un Convertitore Analogico/Digitale, un sintetizzatore di frequenza a PLL, un UART, ecc..
683xx (Motorola) I Microcontrollori della serie MC68EC300 incorporano varie periferiche nei processori della famiglia 68k. Si tratta in realtà di super Microcontrollori, con prestazioni molto elevate, capaci di indirizzare quantità molto grandi di memoria. Un tipico esempio di questa linea di prodotti può essere il 68331 che è basato su di un nucleo simile al 68020.
68hc11 (Motorola) Il diffuso 68hc11 è un Microcontrollore con dati ad 8 bit ed indirizzi a 16 bit e con un set di istruzioni simile a quello della famiglia 68xx (6801, 6805, 6809). Le istruzioni, i dati, l'I/O ed i timer condividono lo stesso spazio di indirizzamento. Dipendentemente dalle varianti, il 68hc11 ha a bordo una EEPROM, RAM, I/O digitali, timer, un Convertitore Analogico/Digitale, un generatore PWM, canali di comunicazione sincrono ed asincrono. La corrente tipica assorbita è meno di 20 mA.
80186,80188 (Intel) Questi chip sono, in sostanza, versioni di tipo Microcontrollore dell'8086 e dell'8088 utilizzati sui primi PC. Uno dei maggiori vantaggi che si ottiene utilizzandoli consiste nel fatto che si hanno a disposizione gli strumenti standard di sviluppo su PC per produrre le applicazioni.
80196 (Intel) Si tratta della terza generazione di Microcontrollori Intel, a 16 bit. Tra le molte caratteristiche si annoverano: moltiplicazione e divisione da hardware, 6 modi di indirizzamento, I/O ad alta velocità, Convertitore Analogico/Digitale, canale seriale, fino a 40 port di I/O, controller di interrupt a priorità con 8 sorgenti, generatore PWM e timer watchdog.
80386 EX (Intel) L'80386 EX è un 386 in versione Microcontrollore. Inclusi sul Chip si trovano: I/O seriale, gestione dell'energia, DMA, contatori/timer, controller programmabile di interrupt ed i circuiti di refresh della RAM dinamica. Uno dei maggiori vantaggi che si ottengono utilizzandoli consiste nel fatto che si hanno a disposizione gli strumenti standard di sviluppo su PC per produrre le applicazioni.
8051 (Intel ed altri) L'8051, la seconda generazione di Microcontrollori Intel, ha dominato per molto tempo il mercato. Sebbene presenti un progetto piuttosto bizzarro, è molto potente e semplice da programmare. Si tratta di un Microcontrollore ad 8 bit con spazi di indirizzamento separati per la memoria di programma e la memoria dati. La memoria di programma può essere al massimo di 64K, di cui una parte in basso può risiedere nel Chip. La memoria dati può essere al massimo di 64K.
ABA (American Banking Association) Associazione delle Banche Americane.
ABS (Acrilonitrile Butadiene Stirene) Una plastica utilizzata per produrre alcuni tipi di Card per mezzo di stampaggio o iniezione. Vedi anche PVC.
Accoppiamento Elettromagnetico Un processo per trasferire dati modulati od energia da un componente del sistema ad un altro, dal Lettore al Transponder ad esempio, per mezzo di un Campo Elettromagnetico.
Accoppiamento Induttivo Un processo per trasferire dati modulati od energia da un componente del sistema ad un altro, dal Lettore al Transponder ad esempio, per mezzo di un campo magnetico variabile.
Accuratezza di un Bar Code La determinazione della differenza tra le larghezze reali e nominali degli Elementi di un Bar Code.
Acquisitore Portatile di Dati Un Microcomputer portatile (che usualmente sta in una mano) che può essere utilizzato come unità Stand Alone per la Rilevazione Dati (tipicamente Produzione e Magazzino). I dati vengono rilevati e depositati in memoria fino a che non possono essere scaricati con un collegamento diretto ad un computer centrale di raccolta. Alle volte lo stesso Microcomputer può essere anche utilizzato per "trasportare" programmi e dati di configurazione ad un dispositivo Stand Alone.
Acquisizione Dati Vedi Rilevazione Dati.
ADC (Analogue to Digital Converter) Vedi Convertitore Analogico/Digitale.
ADC (Automated Data Collection) Tecnologie che automatizzano la rilevazione del dato alla sorgente quali il Bar Code, la Biometrica, la Visione Computerizzata, la Banda Magnetica, l'OCR (Optical Card Readers), il riconoscimento della voce, le Smart Card, l'RFID, ecc..
AIM (Automatic Identification Manufacturers) Associazione internazionale dei produttori nel campo dell'Identificazione Automatica.
Alfanumerico L'insieme di caratteri che comprende lettere numeri e, usualmente, altri caratteri quali i segni d'interpunzione.
Algoritmi Genetici Sono programmi in grado di autoadattarsi. Come avviene con le reti neuronali, sono basati su di un'analogia con i meccanismi naturali; i migliori algoritmi si "riproducono" generando nuove varianti, il tutto simulando la selezione naturale.
Algoritmo Una sequenza matematica di operazioni utilizzata per eseguire dei calcoli ad esempio a scopo di aumentare la sicurezza. Vedi anche Chiave Pubblica, Chiave Privata, DES, RSA, Crittografia.
Allineamento di un Bar Code In un sistema automatico di Identificazione, definisce la posizione relativa e l'orientazione dello Scanner rispetto al Simbolo.
Allineamento di un Transponder Termine usato per esprimere l'orientazione relativamente all'Antenna del Lettore/Interrogatore. Oltre alla distanza, l'allineamento può influenzare il grado di accoppiamento tra il Transponder ed il Lettore.
Altezza di una Barra Vedi Lunghezza di una Barra.
AM (Amplitude Modulation) Rappresentazione di dati o segnali di stato attraverso l'ampiezza di un'onda Portante Sinusoidale a frequenza fissa. Quando il dato è rappresentato in forma binaria la Modulazione implica due livelli di ampiezza e viene chiamata ASK (Amplitude Shift Keying).
Analogico Rappresentazione di un dato attraverso una scala continua di valori assunti da una qualche grandezza fisica. Ad esempio i misuratori di flusso utilizzati nell'industria alimentare, generano in uscita una corrente compresa tra 4mA e 20mA. Il valore inferiore rappresenta l'assenza di flusso, mentre il maggiore rappresenta il massimo flusso.
ANSI (American National Standards Institute) Istituto Nazionale Americano per gli Standard, un'organizzazione non governativa responsabile per lo sviluppo degli standard.
Antenna Una struttura conduttiva progettata specificamente per accoppiare o per irradiare Energia Elettromagnetica. In modo pilotato la struttura è un'antenna trasmittente. In modo ricezione la struttura è un'antenna ricevente. Le Antenne utilizzate in RF ID possono essere usate sia per trasmettere che per ricevere Energia Elettromagnetica, di solito modulata da dati. Vedi anche Dipolo.
Anti-Clash Vedi Collision-Avoidance.
Anti-Collision Vedi Collision-Avoidance.
Anti-Contention Vedi Collision-Avoidance.
Anti-Passback (Anti-Tailgating) Questa caratteristica protegge contro l'uso da parte di più di una persona della stessa Card o dello stesso Codice ID. Viene in sostanza eseguito un controllo per cui ad un passaggio in ingresso debba seguire un passaggio in uscita e viceversa.
Anti-pulling (o anti-tearing) Una caratteristica che serve a proteggere la memoria se una Smart Card viene rimossa dal lettore prima del completamento della transazione.
APDU (Application Protocol Data Unit) Unità Dati del Protocollo Applicativo: l'unità di base per lo scambio di dati con una Smart Card a Microprocessore. Un'APDU contiene un messaggio di comando oppure un messaggio di risposta, inviato dal dispositivo di interfaccia alla Smart Card o viceversa. Vedere lo standard ISO 7816-3 per ulteriori informazioni.
Apertura L'apertura di un sistema ottico che determina il campo di visuale.
Apertura Efficace Termine che denota la capacità recettiva di un'Antenna espresso come il prodotto dell'apertura effettiva e dell'efficienza dell'Antenna.
API (Application Programming Interface) L'insieme di strumenti di programmazione che permettono ad uno sviluppatore di interagire con il Sistema Operativo e quindi di lavorare a basso livello con i dispositivi come ad esempio le Smart Card.
Applicazione Un programma completo ed autoconsistente che realizza una o più funzioni specifiche direttamente per l'utente. Un'Applicazione è complementare al software di sistema, quale il Sistema Operativo, i processi server e le librerie, che esistono per supportare i programmi applicativi.
Applicazione Embedded Applicazione Integrata: ci si riferisce a quelle applicazioni in cui il software di sistema è particolarmente integrato con il software applicativo, perché quest'ultimo è dedicato a svolgere una funzione predeterminata connaturata con il dispositivo. Sono esempi di Applicazioni Embedded le Applicazioni Industriali e le Applicazioni Consumer (per il Consumatore; ad esempio gli elettrodomestici).
Applicazione Industriale Un particolare tipo di Applicazioni Embedded rivolto alla soluzione di problematiche industriali. Ad esempio: la Rilevazione Dati, il controllo di processo, ecc.
Armoniche Multipli di una frequenza principale, aventi invariabilmente un''ampiezza sempre minore. Le Armoniche possono essere generate come risultato della non-linearità di circuiti associati con la trasmissione radio, dando luogo alla distorsione armonica.
ASCII (American Standard Code for Information Interchange) L'insieme dei caratteri e dei codici descritti nel Codice Nazionale Americano Standard per lo scambio di informazioni, ANSI X3.4-1977. Ogni carattere ASCII è codificato con 7 bit. Il set dei caratteri ASCII è usato per lo scambio di informazioni tra i sistemi di elaborazione dati, sistemi di comunicazione e attrezzature associate. Il set ASCII consiste di caratteri stampabili e di controllo.
Asincrono In un sistema di comunicazione dati il tipo di trasmissione in cui ogni carattere viene inviato indipendentemente e non c'è un Clock associato. La trasmissione è ottenuta inserendo dei bit di start e stop posizionati all'inizio e alla fine di ogni carattere. Un intervallo di tempo variabile può esistere tra i caratteri trasmessi. Vedi anche Sincrono.
ASK (Amplitude Shift Keying) Rappresentazione di dati binari, 0 e 1, attraverso l'ampiezza di un'onda Portante Sinusoidale a frequenza fissa. Quando l'ampiezza è determinata dalla commutazione ON ed OFF della portante, tale Modulazione è nota come OOK (On-Off-Keyng).
Aspect Ratio In un Simbolo a Bar Code, il rapporto tra l'altezza delle Barre e la lunghezza del simbolo.
Assemblatore Vedi Assembler
Assembler Un programma Assembler converte le istruzioni ed i dati scritti in forma simbolica nel corrispondente codice in linguaggio macchina.
ATM (Asynchronous Transfer Mode) Una tecnologia di rete che prevede una tecnica flessibile di multiplexing e di commutazione che fornisce una larghezza di banda variabile per LAN e WAN (reti geografiche). A differenza delle ordinarie configurazioni sincrone, l'ATM permette l'allocazione flessibile della larghezza di banda disponibile per i dati, la voce, le immagini ed i video. L'ATM utilizza un'architettura scalabile che è facilmente modificabile; permette ad un numero virtualmente illimitato di utenti di avere connessioni dedicate ad alta velocità con server di rete ad alte prestazioni. Studi tecnici indicano che l'ATM può trasmettere a 622 MBaud su Fibra Ottica ed a 155 MBaud su doppino telefonico.
ATM (Automatic Teller Machine) Un dispositivo che permette ad un possessore di conto corrente bancario di eseguire certe transazioni usando una Card bancaria.
ATR (Answer To Reset) Un messaggio che viene inviato da una Smart Card quando viene alimentata. L'ATR indica il tipo di card, il protocollo di comunicazione e altre informazioni di base che vengono usate per determinare i parametri per le comunicazioni tra la card ed il dispositivo di interfaccia.
Autenticazione Il processo per cui una Card o un Terminale verifica che l'altra parte corrisponda effettivamente all'identità dichiarata. Vedi anche Challenge-Response.
Autorità di Certificazione Un ente in grado di certificare l'identità di una o più parti in uno scambio di messaggi. Si tratta di una funzione essenziale nella Crittografia a Chiave Pubblica. Vedi anche Autenticazione.
Autorizzazione di una Carta di Credito Il processo nel quale una carta di credito viene accettata, letta e approvata per una transazione di pagamento. L'autorizzazione di una carta di credito è normalmente ottenuta per mezzo di una lettura attraverso un Lettore di Banda Magnetica che di solito è integrato in un Terminale POS (Point Of Sale). Generalmente le informazioni pertinenti al credito sono trasmesse attraverso un Modem e la linea telefonica ha un "punto di smistamento" di carte di credito. Qui avviene una comunicazione con l'emittente della carta di credito per l'approvazione della transazione di pagamento.
Awake La condizione di un Transponder in cui è in grado di rispondere ad una Interrogazione.
B
Badge Vedi Card.
Badge Magnetico Badge dotato di Banda Magnetica.
Banda Magnetica Zona magnetica della Card destinata alla registrazione dei dati. La norma ISO 7811-2 definisce la suddivisione della Banda Magnetica in tre Tracce con caratteristiche diverse che possono contenere ciascuna dati indipendenti.
Bar Code Una tecnologia per l'Identificazione automatica che consente di codificare l'informazione in una sequenza di Barre e Spazi rettangolari paralleli a larghezza variabile. I Bar Code possono essere letti dagli Scanner o dalle Penne Ottiche. I Bar Code vengono utilizzati per identificare i prodotti venduti al dettaglio, i libri e nelle Card di Identificazione. Sono anche utilizzati per gestire l'avanzamento della produzione, per il Tracciamento di documenti e per molte altre applicazioni nell'Identificazione automatica.
Bar Code Bidirezionale Un Simbolo Bar Code leggibile indipendentemente dalla direzione di lettura.
Bar Code Continuo Una tipologia di Bar Code in cui tutti gli Spazi all'interno del Simbolo sono parte di un Carattere. Ad esempio: 2 su 5 interleaved. Non esiste quindi in tal caso un Gap tra i Caratteri.
Bar Code Discreto Una tipologia di Bar Code dove gli Spazi tra i caratteri (Gap tra i Caratteri) non sono parte del codice. Ad esempio Alpha 39.
Bar Code Interleaved Una tipologia di Bar Code in cui i caratteri sono accoppiati utilizzando le Barre per rappresentare il primo carattere e gli Spazi per rappresentare il secondo. Ad esempio: 2 su 5 interleaved. Vedi anche Bar Code Continuo. 
Bar Code Orizzontale Un Bar Code presentato in modo tale che la direzione della sua lunghezza sia parallela all'orizzonte. 
Bar Code Verticale Un Bar Code presentato in modo tale che la direzione della sua lunghezza sia perpendicolare all'orizzonte. 
Bar/Half-Bar Code Un primo tentativo (negli ultimi anni '60) utilizzando una simbologia binaria diretta su doppia traccia.
Barra L'Elemento più scuro di un Bar Code.
Barre di Guardia Le Barre che si trovano ad entrambe le estremità ed al centro di un Simbolo UPC od EAN. Esse forniscono un punto di riferimento per la Lettura, svolgendo una funzione simile ai codici di start/stop. 
BASIC (Beginners All-purpose Symbolic Instruction Code) Linguaggio di programmazione relativamente semplice, originariamente sviluppato negli anni '60 per i minicomputer prodotti dalla Digital, fu poi ripreso verso la fine degli anni '70 come linguaggio di elezione per i primi PC. E' tuttora molto utilizzato nelle sue varianti visuali (ad esempio Visual BASIC) come linguaggio di sviluppo per PC. Data la sua attitudine ad essere trasformato in un codice compatto, che potrà essere poi interpretato da un programma apposito (interprete), viene utilizzato anche per la scrittura di Applicazioni Industriali.
Baud Un'unità per la velocità di trasmissione che rappresenta il numero di condizioni discrete o di eventi per secondo. Quando l'evento di trasmissione è un singolo bit, ossia è una rappresentazione di stati binari, il baud è equivalente alla velocità di trasmissione di bit, espressa in bit per secondo (bps).
BCC (Block Check Character) Carattere di Controllo del Blocco; un carattere di controllo, aggiunto ai dati allo scopo di rilevare errori di trasmissione.
BCD (Binary Coded Decimal) Un sistema di numerazione che usa la base 2, che rappresenta ogni cifra decimale con 4 bit binari, utilizzando i pesi 8, 4, 2 e 1 a partire da sinistra verso destra. Esempio: 0011 1000 BCD corrisponde a 38 decimale.
BER (Bit Error Rate) Il rapporto tra il numero di bit errati ricevuti ed il numero totale di bit trasmessi.
Binario Il sistema di numerazione che utilizza solamente 0 e 1 (detto anche in base 2).
Biometria Si riferisce a quei Lettori che identificano attributi umani quali le impronte digitali, la geometria della mano, il riconoscimento della voce, l'analisi della retina, ecc..
Bit (Binary Digit) La più piccola unità di informazione in un sistema binario: una condizione che può valere 0 od 1.
Black List Una metodologia applicativa per il Controllo Accessi in cui si controlla la presenza del Codice di Identificazione, appena letto dalla Card, in una lista di codici da rifiutare.
BMS (Building Management System) Sistema di Gestione dell'Edificio. Vedi anche Building Automation.
Borsellino Elettronico Un piccolo dispositivo portatile che contiene denaro in forma elettronica. Il denaro viene caricato sul borsellino a partire dai contanti o dal conto corrente bancario e scaricato per pagare acquisti presso il punto di vendita. La Smart Card è il dispositivo ideale per realizzare un borsellino elettronico. Vedi anche Card Prepagata.
Bridge Dall'inglese ponte: una connessione intelligente tra due rami di una rete locale che condividono uno stesso standard di comunicazione.
Buffer Dispositivo di memoria temporanea usato per compensare una differenza nella velocità dei dati e nel flusso di dati tra due apparecchiature (tipicamente un computer e una stampante).
Building Automation Si tratta della tecnologia per gli edifici che tende ad automatizzare ed integrare in un unico Sistema di Gestione dell'Edificio (BMS) i sistemi di rilevazione e controllo per la sicurezza, il Controllo Accessi, il riscaldamento, la ventilazione, l'aria condizionata, gli allarmi anti-incendio ed anti-intrusione, l'illuminazione, ecc.
Bus di Campo Le reti Ethernet sono più comunemente usate per le comunicazioni tra computer negli uffici. Questo standard di rete è idoneo per il tipo di trasmissioni che ha luogo tra parecchi utenti. Le Applicazioni Industriali richiedono caratteristiche differenti: minor complessità e maggiore affidabilità in ambienti più critici; sono queste le caratteristiche dei Bus di Campo. ASI e CAN sono esempi di Bus di Campo standard più semplici, mentre Interbus-S e Profibus sono più complessi. Esistono innumerevoli Bus di Campo più o meno standardizzati, così come ne esistano ancora di più che sono creazioni uniche del loro fornitore.
Byte Un gruppo di Bit, tipicamente otto, nel suo complesso; è spesso usato per rappresentare i caratteri in un sistema di elaborazione binario.
C
CAD (Computer Aided Design) Progettazione Assistita dal Computer: l'insieme delle tecniche computerizzate che permettono ai progettisti di lavorare sui disegni di parti e di simulare processi.
CAM (Computer Aided Manufacturing) Produzione Assistita dal Computer: l'insieme delle tecniche computerizzate che possono essere utilizzate per assistere la produzione. Si includono tra queste il Controllo Numerico (CNC) ed il Controllo di Processo.
Campo Dati Un'area di memoria definita assegnata ad un particolare elemento di Dati.
Campo Elettromagnetico Le manifestazioni spaziali e temporali di una sorgente elettromagnetica nelle quali le componenti elettrica e magnetica dell'intensità possono essere distinte e tracciate come contorni, come le linee alla stessa altezza su di una carta geografica, essendo i piani delle linee che rappresentano il campo elettrico e quello magnetico perpendicolari l'una all'altra. Se la sorgente è variabile nel tempo, così saranno le componenti del campo. Quando la sorgente emette un'Onda Elettromagnetica il campo può essere considerato una propagazione.
Campo Lontano La regione di un campo di radiazione elettromagnetica ad una distanza tale dall'Antenna per cui la distribuzione del campo non è influenzata dalla struttura dell'Antenna e l'onda si propaga come un'onda piana. Vedi anche Campo Vicino.
Campo Vicino La regione di un Campo Elettromagnetico che comprende due componenti: la regione reattiva di Rayleigh che circonda immediatamente l'Antenna ed un campo radiante vicino o componente di Fresnel che esiste quando la dimensione maggiore dell'Antenna è grande rispetto alla lunghezza d'onda di trasmissione.
CAN (Controller Area Network) E' uno schema di collegamento multiplexato che fu sviluppato congiuntamente da Bosch ed Intel per i collegamenti all'interno delle automobili. La specifica CAN è poi diventata di largo uso nel controllo industriale sia in Europa che negli Stati Uniti. Dato il basso costo dei Microcontrollori che supportano il CAN , si ritiene che tale standard si diffonderà ulteriormente.
Canale Un'allocazione di un mezzo trasmissivo o di una struttura associata, quale ad esempio la Frequenza Portante, per la comunicazione elettronica di dati.
Capacità di Memoria Una misura della quantità di dati, espressa in Bit od in Byte, che può essere memorizzata su di una Card. La misura può essere riferita alla parte accessibile dall'utente od al totale, includendo le parti identificative e di controllo.
Capacità di un Canale Una misura della capacità di trasmissione di un canale di comunicazione espressa in bit al secondo (bps) legata alla Larghezza di Banda ed al Rapporto Segnale Rumore dall'equazione di Shannon: Capacità C = B log2 (1 + S/N) dove B è la Larghezza di Banda e S/N il Rapporto Segnale Rumore.
Carattere di Start/Stop di un Bar Code Un carattere speciale che fornisce al Lettore le indicazioni sulla posizione dell'inizio e della fine del Simbolo, oltre che la direzione di lettura. Il carattere di start è normalmente all'estrema si sinistra di un Bar Code Orizzontale, mentre il carattere di stop è all'estrema destra. 
Carattere di un Bar Code Un singolo gruppo di Barre e di Spazi che rappresenta uno specifico numero (spesso uno) di numeri, lettere, segni di interpunzione od altri simboli. E' il più piccolo sottinsieme di un Simbolo Bar Code che contiene dati.
Carattere Filler Carattere di Riempimento: un Carattere ridondante inserito in un Campo Dati solamente per ottenere una determinata lunghezza del campo o del record.
Caratteri di Controllo Caratteri utilizzati per denotare una particolare funzione di controllo quali ad esempio la fine di una linea o di una pagina.
Card Cartellino plastificato, usualmente delle dimensioni di una carta di credito, riconoscibile dal sistema di rilevazione, che, letto da un Lettore permette l'Identificazione del Possessore della Card. Può essere usata per l'identificazione tramite fotografia e per altri scopi connessi alla Raccolta Dati ed alla Gestione Dati. Può essere oggetto di Personalizzazione. La tecnologia di una card può essere di vari tipi: Banda Magnetica, Bar Code, Transponder Attivo, Transponder Passivo (Tag), Smart Card, ecc..
Card a Circuito Integrato Vedi Smart Card.
Card a Microprocessore Si tratta di Smart Card dotate della capacità di elaborare dati. La memoria della Card viene allocata in sezioni indipendenti assegnate a specifiche funzioni od applicazioni; perciò vengono dette anche Card Multifunzione. All'interno della Card si trova un chip Microprocessore che gestisce l'allocazione della memoria e l'accesso ai file. Questo chip è simile a quello che si trova nei personal computer, e se impiantato in una Smart Card, gestisce i dati in strutture organizzate a file, per mezzo di un vero e proprio sistema operativo. A differenza degli altri sistemi operativi, questo software controlla l'accesso alla memoria utente della Smart Card.
Card Multiapplicazione Vedi Card a Microprocessore.
Card Multifunzione Vedi Card a Microprocessore.
Card Prepagata Una Card per cui si è pagato in anticipo al punto di vendita che permette al possessore di comprare beni e servizi, usualmente di un particolare tipo, fino al valore prepagato.
Card Sincrona Vedi Memory Card.
Carta Vedi Card.
Carta a Chip Vedi Smart Card.
Carta a Circuito Integrato Vedi Smart Card.
Carta a Memoria Vedi Memory Card.
Carta a Microprocessore Vedi Card a Microprocessore.
Carta Chip Vedi Smart Card.
Carta di Credito Card impiegata nelle transazioni bancarie e finanziarie, che consente al possessore di eseguire acquisti con addebito successivo dei relativi importi sul conto corrente bancario.
Carta di Debito Vedi Card Prepagata.
CASE (Computer Aided Software Engineering) Ingegneria del Software Assistita dal Computer: l'insieme delle tecniche computerizzate che possono essere utilizzate per assistere la produzione di software. Il CASE fornisce strumenti per disegnare diagrammi che rappresentano la logica ed i processi di sistemi, per costruire Database che descrivono le tipologie di dati, ed in alcuni casi più sofisticati fornisce strumenti che, date le specifiche, consentono di generare automaticamente alcune parti di codice sorgente. 
Cavo a Y Un cavo che consente a due periferiche di comunicare con un unico port di un computer.
CCD (Charged Coupled Device) Dispositivo Accoppiato a Carica: un dispositivo di memoria utilizzato in alcuni Lettori di Bar Code portatili. Gli Scanner CCD usano una tecnologia connessa agli effetti della luce per leggere i Bar Code.
CEPT (Conférence Européenne des Administrations des Postes et Télécommunications) Conferenza Europea delle Amministrazioni delle Poste e delle Telecomunicazioni: l'ente responsabile per l'utilizzazione efficiente dello Spettro Elettromagnetico e per le questioni regolamentari relative.
Challenge-Response Un forma di Autenticazione nella quale il dispositivo invia un messaggio random chiamato "challenge". Il dispositivo che deve essere autenticato esegue una elaborazione del "challenge" e risponde con un messaggio contenente il risultato. Nello stesso tempo il primo dispositivo calcola il suo proprio risultato. Se i due risultati sono identici il secondo dispositivo viene considerato autenticato.
Check Character Un carattere incluso in una stringa di dati il cui valore è usato allo scopo di realizzare un controllo matematico che assicura l'affidabilità del dato.
Check Digit Serve allo stesso scopo di un Check Character ma si assume che possa avere solamente valori numerici.
Checksum Una somma dei dati contenuti in un messaggio utilizzata per determinare se è avvenuto un errore nella trasmissione.
Chiave Un valore utilizzato insieme ad un Algoritmo di Crittografia per cifrare, decifrare o firmare dei dati. La Crittografia a Chiave Privata usa solo una Chiave segreta. La Crittografia a Chiave Pubblica utilizza una Chiave pubblica per cifrare i dati ed una Chiave privata per decifrarli.
Chiave (nel Controllo Accessi) Termine con il quale ci si può riferire ad una Card, per analogia con i sistemi a chiave meccanica.
Chiavi Affidate a Terzi Uno schema in cui un ente autorizzato tiene una copia di tutte le Chiavi private (vedi Crittografia a Chiave Pubblica) che possono essere svelate solo con un orrdine della magistratura.
Chip Un piccolo supporto di silicio drogato in modo da ottenere circuiti elettronici.
Chip card Vedi Smart Card.
Cifratura Una procedura di Crittografia in cui un messaggio in chiaro viene cifrato e reso non decifrabile da tutti tranne che dal possessore della Chiave appropriata.
CIM (Computer Integrated Manufacturing) Termine utilizzato per descrivere quei sistemi produttivi che rendono disponibili tutte o gran parte delle informazioni attraverso una Rete integrata per la Gestione Dati. L'obiettivo è di incrementare l'efficienza integrando tutte le funzioni di Gestione Dati.
CISC (Complex Instruction Set Computer) Computer a Set di Istruzioni Complesso: termine contrapposto a RISC (Reduced Instruction Set Computer) che indica un tipo di CPU ad architettura tradizionale aventi un set di almeno un centinaio di istruzioni, parecchie delle quali molto potenti e molto specializzate per specifici compiti di controllo. Il vantaggio dell'architettura CISC consiste nel fatto che molte istruzioni sono come delle macro, che consentono al programmatore di usare un'istruzione sola al posto di parecchie istruzioni più semplici.
Clash Vedi Collision.
Clock Segnale di temporizzazione od impulsi usati per sincronizzare il trasferimento di dati da un dispositivo ad un altro. Vedi anche Sincrono.
CNC (Computer Numerical Control) Controllo Numerico con il Computer: permette di operare automaticamente sulle macchine utensili per mezzo di sequenze di codici numerici dette Part Program.
Codice Insieme di valori utilizzati per identificare una categoria di persone o di oggetti. Il termine viene usato anche per indicare il singolo valore.
Codice a Barre Vedi Bar Code.
Codice di Identificazione Codice riportato su di una Card per identificare il possessore. Si tratta dell'informazione minima che può essere riportata su di una Card.
Codifica L'azione di trasferire dati su di una Card. Ci si può riferire anche all'operazione globale di memorizzazione dei dati, che può anche includere una successiva lettura per verificare la correttezza dei dati. I dati possono riportare informazioni sull'impianto, sull'emittente e sul Possessore della Card.
Codifica di Fabbrica La programmazione di dati su di una Card, come parte del processo produttivo. Se non è prevista nessun'altra possibilità di Codifica, ne risulta una Card a sola lettura, dotata semplicemente di un codice di identificazione unico. Vedi anche Codifica in Campo.
Codifica in Campo La programmazione di dati su di una Card, eseguita al momento dell'emissione della Card da parte dell'ente preposto. Si può avere una combinazione di Codifica di Fabbrica e di Codifica in Campo. Vedi anche Codifica in Fase di Utilizzo.
Codifica in Fase di Utilizzo La possibilità di programmare dati su di una Card, in modo trasparente durante il normale utilizzo. Vedi anche Codifica di Fabbrica, Codifica in Campo.
Codifica Manchester Una forma di codifica di dati in modo bifase in cui ogni bit nel formato originale viene trasformato in due bit nel formato codificato: 01 rappresenta lo 0 ed 10 rappresenta l'1.
Codificatore Microcomputer dedicato a svolgere operazioni di Codifica.
Collision Termine per denotare un evento nel quale due o più sorgenti di comunicazione dati competono per l'attenzione allo stesso tempo e causano uno "scontro" di dati i quali non sono separabili se non per mezzo della Collision Avoidance.
Collision Avoidance Termine che descrive la capacità di evitare il conflitto nel ricevitore del Lettore/Interrogatore tra risposte provenienti da Transponder simultaneamente presenti all'interno della zona di lettura o interrogazione di un sistema RF ID o con Contactless Smart Card, che competono contemporaneamente per la rilevazione.
Commercio Elettronico Condurre attività commerciali elettronicamente. Il Commercio Elettronico spesso si riferisce alle attività commerciali condotte (fino al pagamento incluso) su Reti elettroniche (specialmente Internet).
Compatibilità La condizione che esiste tra dispositivi o sistemi che esibiscono funzionalità equivalenti, con caratteristiche e prestazioni dell'Interfaccia che permettono lo scambio tra l'uno e l'altro senza alterazioni ottenendo lo stesso servizio operativo. Vedi anche Interoperabilità.
Comunicazione Bidirezionale La capacità di comunicare nei due sensi.
Concentratore Un mezzo per connettere un certo numero di dispositivi di comunicazione dati e di concentrare pacchetti di dati in un punto locale prima di ritrasmetterli su di un singolo collegamento verso un elaboratore dati centrale o verso un sistema per la gestione dell'informazione. Al contrario dei Multiplexer, i Concentratori usualmente hanno un Buffer capace di accodare i messaggi in ingresso che altrimenti potrebbero saturare la capacità del Canale di comunicazione. Vedi anche Multiplexer.
Contatto di una Smart Card Un punto di connessione elettrica tra una Smart Card ed il suo dispositivo esterno d'interfaccia. Le Smart Card che seguono lo standard ISO 7816-2 hanno otto contatti (la piastrina di contatto è usualmente chiamata modulo).
Contention Vedi Collision.
Controllo Accessi Ogni sistema o metodo che controlla in modo automatizzato il transito di persone e veicoli verso l'interno o verso l'esterno di un'area o di una struttura.
Controllo di Errore Termine generale che include la Rilevazione di Errore e la Correzione di Errore applicate per gestire gli Errori che insorgono in un sistema di rilevazione e gestione dati. Vedi anche Ridondanza.
Controllo di Processo L'insieme delle tecniche computerizzate che consentono di controllare un processo industriale.
Controllo Qualità Una funzione di gestione in cui viene esercitato il controllo della qualità delle materie prime, degli assemblati, dei materiali e dei componenti prodotti, dei servizi relativi alla produzione, dei processi di gestione, produzione e ispezione, al fine di prevenire la produzione non rilevata di materiali difettosi o lo svolgimento di sevizi manchevoli.
Conversione Analogico/Digitale (A/D) L'operazione di conversione di un segnale Analogico (tipicamente si fa riferimento al voltaggio) nella rappresentazione Digitale. I Microcontrollori che hanno questa funzione possono essere utilizzati nella strumentazione, nella rilevazione di parametri ambientali ed in ogni applicazione che opera nel mondo Analogico.
Conversione Digitale/Analogico (D/A) L'operazione di conversione di un numero espresso in forma Digitale in un segnale di uscita Analogico che ne esprime il valore (tipicamente si fa riferimento al voltaggio).
Convertitore Analogico/Digitale Il circuito elettronico che esegue la Conversione Analogico/Digitale.
Convertitore di Interfaccia Utilizzato per consentire a dispositivi con Interfacce fisiche diverse di comunicare tra di loro; ad esempio per la conversione da RS485 ad RS232 o da cavo a Fibra Ottica a RS485.
Convertitore Digitale/Analogico Il circuito elettronico che esegue la Conversione Digitale/Analogico.
Correzione di Errore Termine che denota uno schema od azione per correggere un Errore rilevato in una stringa di dati.
Corruzione dei dati Le manifestazioni di errori all'interno di una stringa di dati trasmessi dovute al rumore, ad interferenze od a distorsioni.
CPU (Central Processing Unit) La porzione di un computer che dirige le sequenze di operazioni.
CRC (Cyclic Redundancy Check) Controllo ciclico di ridondanza: un algoritmo particolare per la rilevazione degli errori di trasmissione all'interno di un sistema di comunicazione.
Crittografia La scienza che studia il modo per trasformare i dati, renderli illeggibili (non interpretabili) da parte di soggetti non autorizzati. Vedi anche Crittografia A Chiave Pubblica, Crittografia A Chiave Privata, DES, RSA, Algoritmo.
Crittografia a Chiave Privata Un sistema di Crittografia che utilizza una singola Chiave per cifrare i dati. Il più conosciuto Algoritmo di questo tipo è il DES. Vedi anche Crittografia a Chiave Privata
Crittografia a Chiave Pubblica Un sistema di Crittografia che utilizza due Chiavi (pubblica e privata) per cifrare i dati. Il più conosciuto Algoritmo di questo tipo è l'RSA. Vedi anche Crittografia a Chiave Pubblica, Firma Digitale, Autorità di Certificazione.
Crittografia a Chiave Segreta Vedi Crittografia a Chiave Privata.
Crittografia Asimmetrica Vedi Crittografia A Chiave Pubblica.
CW (Continuous Wave Modulation) Vedi OOK (On-Off Keying).
D
DAC (Digital to Analogue Converter) Vedi Convertitore Digitale/Analogico.
Database Una collezione di Dati usati e prodotti da un programma di computer. I File creati su di un Host di Rilevazione Dati contenenti le transazioni acquisite formano un database.
Dati Rappresentazioni, nella forma ad esempio di numeri e caratteri, alle quali può essere attribuito un significato. Vedi anche Informazioni.
Decodifica Termine usato per descrivere il processo di interpretare Dati codificati e di presentarli al computer in una forma utilizzabile. Ad esempio decodifica di un Bar Code.
Decodificatore L'insieme delle parti hardware e software che realizza la Decodifica.
Demodulazione Processo di recupero dei Dati trasmessi da una forma d'onda portante modulata. Vedi anche Modulation.
Densità di un Bar Code Il numero di caratteri che possono essere rappresentati in un'unità lineare di misura. La densità di un Bar Code è espressa di solito in caratteri per pollice.
DES (Data Encryption Standard) Un Algoritmo largamente usato di Crittografia A Chiave Privata. Una versione rinforzata del DES chiamata Triplo DES (o 3DES) è comunemente usata nelle Card bancarie.
Detuning La riduzione in prestazioni di Transponder e Lettori/Interrogatori causata dalla vicinanza di metallo che influenza la risonanza di un circuito elettronico tarato.
Device Driver Un componente software che permette ad un sistema computerizzato di comunicare con un dispositivo. Ad esempio un driver per una stampante è un programma che traduce i dati inviati dal computer in una forma idonea per quella stampante specifica.
DF (Dedicated File) Organizzazione di memoria per Card a Microprocessore: un DF è un'unità logica che contiene un certo numero di EF (Elementary File) secondo una struttura somigliante a quella della directory di un normale PC. Nelle Card Multifunzione normalmente ogni DF corrisponde ad una applicazione distinta.
Diagramma Polare del Campo Una rappresentazione grafica delle componenti di intensità del campo elettrico o magnetico riferite ad un Campo Elettromagnetico, espresse su di un sistema di assi in coordinate polari (distanza ed angolo). Tipicamente utilizzato per illustrare le caratteristiche di campo di un'Antenna.
Digitale I dispositivi Digitali trattano i Dati rappresentandoli in Bit, ossia in una serie di cifre binarie.
Diodo Laser Un laser a semiconduttore comunemente utilizzato negli Scanner per la lettura di Bar Code.
Dipolo Una forma fondamentale di antenna che comprende un singolo conduttore di lunghezza approssimativamente uguale alla metà della lunghezza d'onda della frequenza portante. Si tratta delle struttura di base per altre forme di antenna più complesse.
Direzionalità di un'Antenna L'abilità di un'antenna di concentrare l'energia irradiata in una direzione preferita quando opera in modo trasmissione. Alternativamente l'abilità di essere insensibile a segnali fuori dall'asse normale all'antenna se opera in modo ricezione. Può essere espressa come un rapporto tra la potenza irradiata per unità di angolo solido in una direzione definita e la potenza totale irradiata dall'antenna. Vedi anche Efficienza di un'Antenna.
Dispersione dell'Impulso L'allargamento di durata e forma che si può verificare su di un impulso trasmesso attraverso un canale di comunicazione.
Dispositivo Attuatore Si tratta di un dispositivo di output che opera un'attivazione elettrica o meccanica sull'ambiente circostante. Ad esempio Relè, TRIAC, ecc.
Dispositivo di Ingresso Quella porzione di un sistema di Lettura che impiega una qualche tecnologia ottica, magnetica, elettronica, ecc., per ottenere un segnale codificato contenente i Dati riportati sulla Card. Ad esempio, nel caso di un Bar Code, si tratta di quella parte optoelettronica che serve a determinare la riflessione localizzata da parte di un Simbolo.
Distinta base Una lista di componenti, ingredienti o materiali necessari per fabbricare un prodotto. La Distinta Base deve rappresentare la gerarchia delle parti che compongono il prodotto e le quantità necessarie per ogni singolo elemento semplice.
Distorsione Ogni disturbo che causa un cambio non previsto nella forma o nell'intellegibilità di un segnale. La Distorsione crea un effetto simile a quello del rumore che può essere quantificato come il rapporto tra l'ampiezza della componente causata dalla Distorsione e l'ampiezza del segnale non distorto, usualmente espresso in percentuale. Vedi anche Rapporto Segnale/Rumore & Distorsione, Rapporto Segnale/Rumore.
DLL (Dynamic Link Library) Libreria a Collegamento Dinamico: caratteristiche dell'ambiente Windows sono dei moduli eseguibili che permettono ad un'applicazione di condividere i sottoprogrammi e le risorse. Questa condivisione può avvenire in generale tra moduli dell'applicazione o tra applicazioni differenti. Vedi anche Libreria di Funzioni.
Download Il processo di inviare parametri di configurazione, software operativo o parametri relativi da un Host ai dispositivi periferici. Vedi anche Firmware.
E
EAN (European Article Numbering) Sistema Europeo per la Numerazione degli Articoli: lo standard internazionale per i Bar Code per le confezioni dei prodotti alimentari
EBCDIC (Extended Binary Coded Data Interchange Code) Un set di codici ad 8 bit binario in cui, insieme ai 128 caratteri del set ASCII, sono stati inseriti altri caratteri stampabili e di controllo fino a raggiungere un totale di 256 caratteri.
ECC (Error Correcting Code) Bit supplementari introdotti o codificati alla sorgente in una stringa di Dati per permettere la correzione automatica di bit erronei e/o per dedurre i valori di bit mancanti, in accordo con uno specifico Algoritmo di calcolo.
E-Commerce Vedi Commercio Elettronico
ECR (Electronic Cash Register) Registratore di Cassa Elettronico.
EDI (Electronic Data Interchange) Scambio di Dati in Forma Elettronica: comunicazione di un messaggio o di messaggi dati in modo automatico tra computer o tra sistemi di gestione dell'informazione, usualmente allo scopo di eseguire transazioni economiche.
EEPROM (Electrically-Erasable Programmable Read-Only Memory) Memoria a Sola Lettura Programmabile e Cancellabile Elettricamente: memoria il cui contenuto può essere cambiato dopo la fabbricazione. In particolare, di solito, il vecchio contenuto deve essere cancellato e poi possono essere caricati i nuovi dati.
EF (Elementary File) Organizzazione di memoria per Smart Card a Microprocessore. Si tratta della più piccola entità logica che può essere resa sicura nell'ambito del sistema operativo. Gli EF contengono effettivamente i dati e sono a loro volta contenuti nei DF (Dedicated File) secondo una struttura somigliante a quella della directory di un normale PC.
Efficienza di un'Antenna Ha due componenti distinguibili, la radiazione efficace e l'apertura efficace. La radiazione efficace è espressa come il rapporto tra la potenza totale irradiata dall'antenna e la potenza totale accettata dall'antenna dalla sorgente - per il modo trasmissione. L'apertura efficace è espressa come rapporto tra l'area efficace dell'antenna e l'area reale.
Elemento di un Bar Code Una singola Barra o Spazio.
EmbeddedJava L'ambiente applicativo EmbeddedJava (EJAE) è un ambiente applicativo Java che esegue software scritto nel linguaggio di programmazione Java. L'EJAE è orientato ai programmatori di Applicazioni Embedded.
Embedding di una Smart Card Questa operazione consiste nel piazzare il Micromodulo nella cavità del corpo della Smart Card. Viene eseguito un test elettrico e quindi il Micromodulo viene codificato.
Embossing L'azione di realizzare scritte rilevate o logo su una Card plastica.
Emulatore di Tastiera Si tratta di un Lettore (di Bar Code, di Banda Magnetica, ecc.) che comunica l'informazione letta attraverso il port della tastiera su di un computer, emulando l'input degli stessi dati attraverso i tasti. La tastiera viene connessa all'emulatore e l'emulatore al computer tramite il connettore della tastiera. Emulatori sofisticati possono accettare differenti dispositivi periferici.
Emulazione di Tastiera L'operazione che viene svolta tramite un emulatore di tastiera.
EMV (Europay - Mastercard - Visa) Set di specifiche emesse dalle tre organizzazioni che definisce le strutture principali per una Smart Card internazionale di debito/credito.
Energia Elettromagnetica Vedi Accoppiamento Elettromagnetico.
EPROM (Erasable Programmable Read-Only Memory) Memoria a semiconduttore, a sola lettura, non volatile che è cancellabile per mezzo di luce ultravioletta e quindi riprogrammabile.
ERP (Enterprise Resource Planning) L'evoluzione corrente dei sistemi di pianificazione delle risorse di produzione (MRP e MRP II). L'ERP è posizionato come fondamento e strumento di integrazione dei sistemi informativi aziendali. Tali sistemi collegheranno tra di loro tutte le operazioni dell'azienda includendo le risorse umane, finanziarie, produttive e della distribuzione e connetteranno l'organizzazione ai suoi clienti e ai suoi fornitori.
Errore In termini Digitali, il risultato di un'acquisizione, memorizzazione, elaborazione o comunicazione di Dati nel quale uno o più bit assumono valori errati o addirittura vengono persi.
Errore di Lettura Un errore che causa una mancata lettura corretta di tutto o di parte dei dati che si intendevano dover essere recuperati da una Card.
Esadecimale Un metodo per rappresentare numeri in base 16 utilizzando le cifre decimali 0-9 e le lettere dalla A alla F per rappresentare i valori che corrisponderebbero in decimale ai numeri compresi tra 10 e 15. La notazione esadecimale è particolarmente comoda come metodo abbreviato per rappresentare una sequenza di Byte in cui ognuno è rappresentato da due cifre esadecimali che vengono facilmente ottenute convertendo quattro Bit alla volta.
ETF (Electronic Transfer of Funds) Trasferimento Elettronico di Fondi
Ethernet Un tipo di LAN standard. Si tratta di una rete a 10 MBaud in banda base con CSMA/CD che utilizza come supporto trasmissivo un cavo coassiale sottile o spesso, doppino telefonico o fibre ottiche.
Etichetta Bar Code Un'etichetta recante un Bar Code adatta ad essere affissa su di un oggetto.
Etichetta Elettronica Termine alternativo per Transponder.
ETSI (European Telecommunications Standards Institute) L'organizzazione responsabile per la definizione degli standard europei per le telecomunicazioni. Uno degli standard più conosciuti è il GSM. Vedi anche ITU.
ETX (End of Text) Un carattere di controllo del set ASCII che viene di solito usato per contrassegnare la fine di un pacchetto dati.
F
F2F Metodo di registrazione per la Banda Magnetica definito come Two Frequency Coherent Phase Recording.
Fail Locked Vedi Fail Secure.
Fail Safe Un sistema di Controllo Accessi in cui in caso di mancanza di tensione di linea i Varchi vengono sbloccati permettendo l'accesso libero ed eseguendo un'opportuna segnalazione del malfunzionamento.
Fail Secure Un sistema di Controllo Accessi che richiede la presenza della tensione di linea per sbloccare i Varchi.
Fail Unlocked Vedi Fail Safe.
Fasce Orarie In un sistema di controllo accessi la possibilità di abilitazione dell'accesso secondo la data e l'ora considerando in alcuni casi anche le festività infrasettimanali.
Fault Tolerant Un'architettura Fault Tolerant consente che un sistema continui a lavorare anche se alcune sue parti non funzionano correttamente. Ciò viene di solito ottenuto facendo si che componenti multipli operino in parallelo; quando una parte fallisce il dispositivo ridondante può continuare a lavorare, consentendo ai tecnici di riparare il sistema senza interruzione del servizio.
FDDI (Fiber optic Data Distribution Interface) Una tipologia di telecomunicazione in rete che usa come supporto un cavo capace di trasmettere dati a 100 MBaud. Originariamente specificata per linee a fibra ottica, può anche operare per brevi distanze su doppino telefonico.
FDX Vedi Full Duplex
Fibra ottica La tecnologia che consiste nel guidare e proiettare la luce come mezzo di comunicazione. Il supporto è costituito da fibre di vetro sottili come un capello che permettono ai raggi di luce di essere deviati e riflessi con un basso livello di perdite e di interferenze.
Field Bus Vedi Bus di Campo
File Un insieme di dati governati da una certa logica memorizzati nella memoria non volatile di un computer. Il tipo di memoria dipende usualmente dal tipo di computer; nel caso di computer di tipo PC i file risiedono su di un dispositivo di memoria di massa (hard disk, floppy disk, CD-Rom, ecc.); nel caso di un Terminale di Rilevazione Dati i file risiedono in RAM Statica Tamponata; nel caso di una Smart Card i file risiedono sulla EEPROM contenuta nel Micromodulo.
Firewall Un sistema che è utilizzato per controllare l'accesso tra una rete pubblica (ad esempio INTERNET) e una rete interna (ad esempio LAN aziendale o INTRANET).
Firma Digitale Una stringa di dati prodotta utilizzando la Crittografia A Chiave Pubblica per provare l'identità del mittente e l'integrità del messaggio.
Firmware La combinazione tra un dispositivo hardware di memoria (ad esempio ROM, EEPROM, Flash, RAM Statica Tamponata, ecc.) e le istruzioni ed i dati che risiedono come software a sola lettura su quel dispositivo. Tale software non può essere modificato dal computer stesso durante il normale lavoro. Generalmente il Firmware viene scritto per Applicazioni Embedded che non richiedono aggiornamenti molto frequenti. Prima dell'uso delle EEPROM, della Flash o della RAM Statica Tamponata il Firmware era caricato in ROM o EPROM, che erano difficili da aggiornare in campo. Per questo tale software era considerato fisso (inglese "firm"). Attualmente utilizzando i nuovi dispositivi di memoria il Firmware può essere aggiornato in campo utilizzando le procedure di Download.
Flash (EEPROM) Dispositivo di memoria non volatile più versatile della normale EEPROM. E' più veloce e permette un maggior numero di cicli di cancellazione/scrittura rispetto alla normale EEPROM.
FM (Frequency Modulation) Modulazione di frequenza: rappresentazione di dati o di segnali di stato utilizzando differenti frequenze di trasmissione. Quando il dato è in forma binaria la modulazione è costituita da due frequenze di trasmissione e viene chiamata FSK (Frequency Shift Keying)
Font Tipo di carattere di uno specifico stile e dimensione.
Forth E' un inusuale linguaggio di computer utilizzato per le Applicazioni Embedded ove si richieda un buon compromesso tra velocità di esecuzione e compattezza del codice.
Frequenza Il numero di cicli che un segnale periodico esegue nell'unità di tempo. Usualmente viene espressa in Hertz (cicli al secondo) o appropriate unità pesate quali il Kilohertz (KHz), Megahertz (MHz) ed il Gigahertz (GHz).
Frequenza Portante La frequenza utilizzata per trasportare dati attraverso un'appropriata Modulazione della forma d'onda portante, tipicamente, in un sistema RF-ID, per mezzo dell'ASK (Amplitude Shift Keying), dell'FSK (Frequency Shift Keying), della PSK (Phase Shift Keying) o delle varianti relative. Vedi anche Tolleranza della Frequenza Portante.
FRR (First Read Rate) Il rapporto tra il numero di Letture eseguite con successo al primo tentativo e il numero totale di Letture. Viene comunemente espresso in percentuale
FSK (Frequency Shift Keying) Rappresentazione di dati binari commutando fra due differenti frequenze di trasmissione.
Full Duplex Un canale di comunicazione che consente di trasmettere dati in entrambe le direzioni allo stesso tempo. Vedi anche Half Duplex.
Funzione Filtrata Si riferisce alla funzione di una Smart Card che è stata trasferita tramite Download nell'EEPROM di una Card. Vedi anche Funzione Mascherata.
Funzione Mascherata Si riferisce alla funzione di una Smart Card che è stata trasferita direttamente sul Chip in fase di fabbricazione. Vedi anche Funzione Filtrata.
Fuzzy Logic Logica sfumata: una metodologia di elaborazione per situazioni in cui l'informazione a disposizione è imprecisa e le tradizionali decisioni Digitali basate su stati on/off non sono possibili. Divide i dati in categorie vaghe quali "caldo", "medio" e "freddo".
G
Gap tra i Caratteri Lo Spazio tra due caratteri adiacenti in un Bar Code Discreto; Ad esempio lo spazio fra due caratteri nell'Alpha39.
Gateway Una connessione intelligente tra una LAN e reti esterne con struttura completamente diversa.
Gestione Dati L'insieme di tutte quelle tecniche nelle quali i dati forniti in ingresso, provenienti o direttamente dai dispositivi di ingresso o da un sistema di Rilevazione Dati, vengono elaborati per fornire informazioni rilevanti ai fini di una particolare applicazione.
Gestione dell'Errore Tecniche usate per identificare e/o correggere errori all'interno di un sistema di rilevazione e gestione dati con l'obiettivo di assicurare l'accuratezza del dato presentato all'utente del sistema.
GPS (Global Positioning System) Costellazione di 24 satelliti statunitensi usati per determinare precisamente la posizione tridimensionale in ogni punto sulla Terra. I satelliti trasmettono segnali in due forme: P Code cifrato per uso militare che fornisce un'accuratezza a meno di 10 m, ed Y Code per uso civile che fornisce un'accuratezza orizzontale a meno di 100 m ed una accuratezza verticale a meno di 140 m.
GSM (Global System for Mobile Communications) Uno standard europeo per la telefonia cellulare digitale che è stato ora largamente adottato nel mondo. Nello standard ETSI il telefono GSM contiene una Smart Card SIM che identifica ogni singolo abbonato.
H
Half Duplex Un canale di comunicazione che consente di trasmettere dati in entrambe le direzioni ma non allo stesso tempo. Vedi anche Full Duplex.
Handshake Un protocollo a una sequenza di segnalazione per controllare il flusso dei dati tra dispositivi, che può essere implementato nell'hardware o nel software.
HDX Vedi Half Duplex
Hex Vedi Esadecimale
Home Banking Sistema attraverso il quale è possibile svolgere operazioni bancarie attraverso un terminale situato nel proprio domicilio.
Host Un computer centrale quale può essere un PC per la rilevazione e la gestione dei dati. In generale il computer situato al centro in una Rete a Stella.
HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning) Il sistema di riscaldamento, ventilazione ed aria condizionata di un edificio.
I
I/O (Input/Output) Il processo o i dispositivi che muovono informazioni tra la CPU e la periferia.
I/O Digitale Un segnale di ingresso (input) o di uscita (output) da un computer che può assumere due stati: on oppure off. Tramite opportune interfacce hardware un Ingresso Digitale può essere collegato ad un Sensore a due stati (ad esempio una fotocellula) ed un'Uscita Digitale può essere collegata ad un Dispositivo Attuatore.
I2C Bus (Inter-Integrated Circuit Bus) E' una semplice interfaccia seriale a due fili sviluppata dalla Philips. E' largamente utilizzata nell'elettronica per elettrodomestici, per le automobili e per le Applicazioni Industriali. E' ora molto utilizzata come interfaccia di collegamento per le Memory Card.
IC (Integrated Circuit) Vedi Chip.
ICC (Integrated Circuit Card) Vedi Smart Card.
ICE (In Circuit Emulator) E' un sofisticato dispositivo che simula un Microprocessore catturando allo stesso tempo le informazioni per il debug. Usualmente fornisce il controllo per le operazioni del Microprocessore e allo stesso tempo non richiede alcuna risorsa dalla scheda elettronica su cui è inserito. Può essere sia un dispositivo dedicato che un'interfaccia per un PC.
ID Vedi Identificazione.
Identificatore dei Dati Uno specifico Carattere o stinga di caratteri che denota la natura o l'uso che si intende fare dei Dati che seguono.
Identificazione Il processo di riconoscere con precisione l'identità, ovvero i dati univoci, di una persona od anche di un oggetto.
Immunità al Rumore Una misura della possibilità o della capacità di un sistema di operare efficacemente in presenza di Rumore.
Indice di Modulazione La dimensione della variazione del parametro modulato (ampiezza, frequenza o fase) riscontrabile nella forma d'onda modulata.
Indirizzabilità La possibilità di indirizzare bit, campi, pagine, file od altre aree definite di memoria all'interno di una Smart Card o di un Transponder.
Indirizzo di un Dispositivo Valore preconfigurato su di un dispositivo in rete per determinare in modo unico la sua identità.
Informazione Qualcosa dotato di significato. I dati possono essere considerati come informazioni una volta che il loro significato sia stato svelato.
Ingegneria di Sistema Vedi System Engineering.
Inizializzazione di una Smart Card La prima fase del processo di emissione di una Smart Card. Lo scopo di questo processo è di caricare tutti i dati comuni ad una applicazione nell'EEPROM della Smart Card.
Input Digitale Vedi I/O Digitale.
Integratore di Sistemi Azienda che progetta e realizza sistemi basati su computer, strumentazioni ed equipaggiamenti che condividono dati o applicazioni con altri componenti nella stessa od in altra area funzionale. L'integratore di Sistemi spesso fornisce sia servizi di consulenza che hardware e software.
Intercambiabilità Vedi Compatibilità.
Interfaccia Un'interconnessione fisica od elettrica tra dispositivi che comunicano. Ad esempio: RS232, RS422, RS485, ecc..
Interfaccia in Aria Il mezzo libero da conduttori, usualmente aria, tra un Transponder ed il Lettore/Interrogatore attraverso il quale è ottenuta la comunicazione per mezzo di un Campo Elettromagnetico induttivo Modulato o propagato.
Interferenza Segnali elettromagnetici non desiderati provenienti dall'ambiente. L'interferenza può causare Errori nei Dati e degrado delle prestazioni del sistema.
Interoperabilità L'abilità dei sistemi, provenienti da diversi fornitori, di eseguire funzioni che prevedono lo scambio bidirezionale di Dati, in una maniera che permetta loro di operare efficacemente insieme. Vedi anche Compatibilità.
Interrogatore Un dispositivo fisso o mobile per l'Identificazione e per la Rilevazione Dati che usa un Campo Magnetico a radiofrequenza per ottenere una risposta modulata di dati da un Transponder o da un gruppo di Transponder presenti nella Zona di Interrogazione. Vedi anche Lettore.
Interrogazione Il processo di comunicare e leggere un Transponder.
ISDN (Integrated Services Digital Network) Una rete pubblica commutata che fornisce connessioni digitali per la trasmissione concorrente di voce, video, dati, ed immagini. Spesso viene vista come un ponte tecnologico tra il sistema telefonico corrente ed una rete più moderna a larga banda.
ISO (International Standards Organization) Ente internazionale che provvede ad emettere specifiche standard affinché i produttori delle varie parti possano ottenere la compatibilità. Ad esempio per quanto riguarda le Smart Card sono state emesse le seguenti norme:

ISO 7816-1 caratteristiche fisiche delle carte a circuito integrato;

ISO 7816-2 posizione del modulo e dei contatti delle carte a circuito integrato;

ISO 7816-3 protocolli di comunicazione con le carte a circuito integrato;

ISO 7816-4 set di comandi per le carte a microprocessore;

ISO 14443 carte di prossimità (senza contatti).

Isolatore Una unità che fornisce isolamento galvanico per separare elettricamente dispositivi interconnessi l'uno dall'altro, spesso attraverso una trasmissione ottica.
ITU (International Telecommunications Union) Successore del CCITT. Agenzia internazionale responsabile del coordinamento dei produttori di apparecchiature per le telecomunicazioni. Vedi anche ETSI.
J
Java Un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti sviluppato dalla Sun Microsystems. Java è un linguaggio indipendente dal processore ed offre una considerevole protezione tra le applicazioni.
JavaCard Un set di specifiche per rendere operativo un sottoinsieme di Java su di una Smart Card.
JIT (Just In Time) Un processo di fabbricazione col quale si ottengono prodotti specificamente per soddisfare gli ordini, non per immagazzinarli.
JVM (Java Virtual Machine) E' alla base del linguaggio di programmazione Java della Sun Microsystems. Si tratta di un ambiente operativo virtuale, che può essere realizzato sia a livello hardware che software, che riproduce secondo una specifica standard un computer astratto dotato di un proprio set di istruzioni. Le sequenze di istruzioni (bytecode) vengono interpretate dalla JVM. Vedi anche EmbeddedJava.
K
L
LAN (Local Area Network) Una rete locale per la comunicazione di dati. Sia che la rete sia all'interno di un edificio o connetta diversi edifici, è considerata essere locale perché è posseduta e gestita dall'utente. La rete locale può a sua volta essere connessa o attraverso una linea affittata o attraverso opportuni circuiti di chiamata con una rete pubblica che alle volte è chiamata una WAN (Wide Area Network).
Larghezza di Banda La quantità di dati che un dispositivo è in grado di trasmettere su di una rete in un dato tempo.
Larghezza di una Barra Lo spessore di una Barra misurato a partire dal margine più vicino al Carattere di Start del Simbolo Bar Code fino al margine finale.
Larghezza di uno Spazio Lo spessore di un Spazio misurato a partire dal margine più vicino al Carattere di Start del Simbolo Bar Code fino al margine finale.
Largo Spettro Tecniche per distribuire uniformemente o diffondere il contenuto informativo di un segnale contenente Dati su di un range di frequenze considerevolmente più largo di quello richiesto per le comunicazioni a banda stretta, consentendo il recupero dei dati in condizioni di forti interferenze e rumore.
Laser ad Elio-Neon (HeNe) Un tipo di laser comunemente utilizzato nei lettori di Bar Code. Emette luce coerente rossa ad una lunghezza d'onda di 633 nanometri.
LED (Light Emitting Diode) Una sorgente di luce a semiconduttore che emette luce visibile o radiazione infrarossa invisibile.
Legacy System Sistemi esistenti e tecnologia nei quali un'organizzazione ha investimenti considerevoli, che possono essere piuttosto radicati nell'organizzazione, ma che sono considerati vecchi o superati. La strategia dell'organizzazione può essere quella di rimpiazzarli completamente oppure di aggiornarne delle parti.
Leggibilità L'abilità di recuperare dati significativi sotto specifiche condizioni.
Lettore Il dispositivo che effettua Il processo di recuperare i dati da una Card e, ove richiesto, di gestire le collisioni e gli errori.
Lettore a Doppia Traccia Un tipo di Lettore di Banda Magnetica che consente la lettura di due Tracce contemporaneamente.
Lettore di Badge Magnetico Vedi Lettore di Banda Magnetica.
Lettore di Banda Magnetica Dispositivo dotato di testina magnetica in grado di leggere le informazioni codificate su Banda Magnetica.
Lettore Manuale Un tipo di Lettore in cui l'operazione meccanica associata alla Lettura viene svolta dalla persona che opera con la Card. Usualmente si tratta di Lettori più economici, ma meno accurati nella Lettura. Vedi anche Lettore Motorizzato.
Lettore MICR MICR è un acronimo che sta per Magnetic Ink Character Recognition (Riconoscimento di Caratteri ad Inchiostro Magnetico). I lettori MICR sono normalmente usati per leggere l'informazione codificata con l'inchiostro su un assegno bancario.
Lettore Motorizzato Un tipo di Lettore in cui l'operazione meccanica associata alla Lettura viene svolta da un sevomeccanismo motorizzato integrato nel Lettore stesso. Usualmente si tratta di Lettori più accurati nella Lettura, ma alquanto costosi. Vedi anche Lettore Manuale.
Lettore/Interrogatore Un dispositivo elettronico per realizzare il processo di recuperare i dati da un Transponder e, ove richiesta, la gestione delle collisioni e degli errori.
Lettore/Scrittore Un dispositivo che può eseguire sia le operazioni di Lettura che quelle di Codifica di una Card. Anche i Lettori/Scrittori possono essere manuali o motorizzati.
Lettura Il processo di recuperare i dati da una Card e, ove richiesto, di gestire le collisioni e gli errori.
Lettura/Scrittura Si riferisce ad entrambe le operazioni di Lettura e di Codifica di una Card.
Libreria di Funzioni Insieme di sottoprogrammi dedicati ad un uso specifico, che sono a disposizione di un'applicazione per svolgere una determinata funzione.
Linguaggio Assembler Una rappresentazione simbolica del linguaggio macchina di uno specifico processore. Tale linguaggio viene convertito in codice macchina da un programma detto Assembler. Programmare in linguaggio Assembler è lento e genera facilmente errori ma è l'unico modo per ottenere il massimo di prestazioni dall'hardware. Inoltre si calcola che i 2/3 delle Applicazioni Embedded sia stato sviluppato utilizzando tale linguaggio.
Linguaggio C Un linguaggio di programmazione ad alto livello sviluppato negli anni '70 nei Laboratori Bell principalmente da Dennis Ritchie. Il linguaggio C++ è un'evoluzione orientata agli oggetti del C ed è stata sviluppata dutante gli anni '80 sempre nei Laboratori Bell principalmente da Bjarne Stroustrup. Programmare in C consente di ottenere un buon compromesso tra difficoltà di programmazione e prestazioni ottenute. Si calcola che circa 1/3 delle Applicazioni Embedded sia stato sviluppato in C.
Livello di Accesso Il sottoinsieme dei Varchi di un sistema che un Possessore di Card è autorizzato ad oltrepassare.
Logica Sfumata Vedi Fuzzy Logic.
LonWorks (Local Operating Networks) Si tratta di una tipologia di Bus di Campo.
LRCC (Longitudinal Redundancy Check Character) Carattere di Controllo dell'Errore calcolato come la parità longitudinale di una stringa di Dati.
LSB (Least Significant Bit) Bit meno significativo (di peso 1).
LSD (Least Significant Digit) Cifra meno significativa di un numero.
Lunghezza di un Simbolo La distanza tra i margini esterni della Zona Quieta ai due estremi di un Simbolo Barcode.
Lunghezza di una Barra La dimensione della Barra di un Bar Code in senso perpendicolare alla Larghezza di una Barra.
Lunghezza di una Chiave Il numero di bit che formano una Chiave crittografica. Chiavi più lunghe consentono cifrature più sicure. Il governo degli Stati Uniti limita l'esportazione di software basato su algoritmi di cifratura dotati di Chiavi più lunghe di un certo valore.
M
Mappa di Memoria Una rappresentazione funzionale dei diversi blocchi di memoria.
Maschera di Allarme Il mascheramento elettronico degli allarmi sopprime la segnalazione di una condizione di allarme che sarebbe stata riportata nel modo di operazione "sicuro". Il mascheramento non blocca la rilevazione di manomissioni o di condizioni di anomalia che non vengono invece segnalate ad allarmi disabilitati
Master In un insieme di dispositivi nell'ambito di uno stesso sistema può essere definito come Master un dispositivo avente una qualche funzione privilegiata di controllo o di concentrazione dati. Vedi anche Slave.
Meccanismo di Accesso In un Varco, un oggetto meccanico controllato da un Dispositivo Attuatore che può essere in due stati che consentono o meno l'accesso fisicamente. Ad esempio una serratura od un tornello controllabili elettronicamente.
Memoria Un mezzo per memorizzare Dati in forma elettronica. Possono essere distinti una gran varietà di dispositivi di memoria di tipo ad accesso casuale (RAM), a sola lettura (ROM) e a singola scrittura e molteplici letture (WORM).
Memoria Volatile Un dispositivo di memoria che non mantiene l'informazione memorizzata quando l'alimentazione viene interrotta (ad esempio RAM).
Memory Card Una Smart Card che contiene un Chip di Memoria con possibilità di lettura e scrittura. Le Memory Card protette sono dotate anche di funzioni di sicurezza cablate. In alcune accezioni le Memory Card non sono considerate propriamente Smart Card.
MES (Manufacturing Execution Systems) Sistemi che usano reti di computer per automatizzare il controllo della produzione e l'automazione dei processi. Eseguendo il Download di "ricette" e di piani di lavoro ed eseguendo l'upload dei risultati della produzione, i MES mettono in relazione la gestione con la produzione effettiva.
MF (Master File) Organizzazione di memoria per Card a Microprocessore: questo file è unico ed obbligatorio. Ha i suoi propri attributi di sicurezza e può contenere un certo numero di DF (Dedicated File) e/o di EF (Elementary File) secondo una struttura somigliante a quella della directory root (ad esempio C:\) di un normale PC. Dopo un reset o quando la Card viene alimentata, questo file viene selezionato automaticamente dal sistema operativo.
Microcomputer Termine generale per descrivere un computer la cui CPU sia un Microprocessore.
Microcontrollore Un Microprocessore integrato in un singolo Chip con altri dispositivi ausiliari quali ad esempio piccoli quantitativi di RAM e di PROM, Timer, Port di I/O ed altri hardware periferici specializzati.
Micromodulo L'unità elettronica su di una Smart Card. Il Micromodulo è costituito da un Chip e da una piastrina di contatti, connessi da fili sottili ed incapsulati in una goccia di resina epossidica. Il Micromodulo viene poi inserito in una cavità nel corpo della Card.
Microprocessore Un Chip che svolge le funzioni di CPU per controllare un computer. Fornisce intelligenza programmabile.
Modem Dispositivo che trasforma i dati Digitali trasmessi da un computer in segnali Analogici appropriati per il mezzo trasmissivo (linea telefonica dedicata o commutata, cavo a fibra ottica, ecc.). Un altro Modem dovrà essere utilizzato quando l'informazione viene ricevuta per riconvertirla dal segnale Analogico ai dati Digitali.
Modulazione Termine per denotare il processo di sovraimporre (modulare) dati codificati o segnali su di una portante a radiofrequenza per consentire ai dati di essere efficacemente accoppiati o propagati attraverso un'interfaccia in aria. Anche usato come termine associativo per i metodi utilizzati per modulare onde portanti. I metodi generalmente si basano sulla variazione dei valori di parametri chiave quali l'ampiezza, la frequenza o la fase. I metodi digitali di modulazione sono principalmente l'ASK, l'FSK, il PSK o varianti di questi. Vedi anche AM, FM, PM.
Modulazione di Backscatter Un processo per cui un Transponder risponde ad un segnale o ad un campo del Lettore-Interrogatore modulando e riirradiando o trasmettendo il segnale di risposta alla stessa Frequenza Portante.
Modulo di un Bar Code La più piccola unità di misura per le Barre e gli Spazi.
MRP e MRP II (Materials Requirements Planning) Fasi nello sviluppo di metodi computerizzati per pianificare l'uso di risorse aziendali, includendo la pianificazione dei materiali grezzi, della forza di vendita, delle macchine produttive e dei processi.
MSB (Most Significant Bit) Bit più significativo (di peso massimo; ad esempio 128 in un byte).
MSD (Most Significant Digit) Cifra più significativa di un numero.
MTBF (Mean Time Between Failures) L'intervallo di tempo medio che intercorre tra due successive avarie.
Multidrop Vedi Multipunto.
Multiplexer Un mezzo o un dispositivo per connettere un certo numero di canali di comunicazione dati, combinando i segnali in modo da ottenerne una composizione per la trasmissione su di un unico collegamento ad un processore di dati centrale o ad un sistema per la gestione delle informazioni. Alla destinazione il segnale viene scomposto per separarlo nei componenti originali. I Multiplexer sono per certi aspetti simili ai Concentratori, salvo il fatto che i Concentratori di solito dispongono di un Buffer per accodare i dati in ingresso che altrimenti potrebbero eccedere la capacità di trasmissione.
Multipunto Una tipologia di rete in cui molteplici dispositivi (terminali, unità, trasmettitori o sistemi di misura), ciascuno dotato di indirizzo unico, sono connessi ad un insieme comune di linee di comunicazione dati.
Multitasking Una tecnica utilizzata da un Sistema Operativo per poter condividere un singolo processore tra parecchi lavori indipendenti.
Multos Un linguaggio di programmazione sviluppato da Mondex per sistemi che utilizzano il Sistema Operativo per Smart Card MAOS (Multi-Application Operating Systems).
N
Nanometro Unità di misura utilizzata per definire lunghezza d'onda della luce. E' pari a un miliardesimo di metro.
NC (Numerical Controller) Dispositivo che consente alla macchina utensile che ne è dotata di operare automaticamente guidata da sequenze di codici numerici dette Part Program.
Nominale Il valore inteso esatto (o ideale) per uno specifico parametro. Le tolleranze sono specificate come deviazioni positive o negative da questo valore.
O
OCR Tradizionale La prima forma di OCR Bidimensionale sviluppato, che utilizza i Font stilizzati OCR-A e OCR-B.
OCR-A Un'abbreviazione comunemente applicata al set di caratteri contenuto nello standard ANSI X3.17-1981. Una scelta di Font stilizzati utilizzati nell'OCR tradizionale.
OCR-B Un'abbreviazione comunemente applicata al set di caratteri contenuto nello standard ANSI X3.49-1975. Una scelta di Font stilizzati utilizzati nell'OCR tradizionale.
OCR-Indipendente dal Font Riconoscimento ottico di caratteri tramite algoritmi generalizzati che consentono un vasto range di Font di caratteri.
ODBC (Open Database Connectivity) La strategia Microsoft per l'interfaccia aperta ai Data Base. L'ODBC fa parte del WOSA (Windows Open Services Architecture) e rende possibile l'accesso a sistemi per la gestione di Data Base sia relazionali che non relazionali, in un ambiente eterogeneo di PC, minicomputer e mainframe. E' definito dall'SQL Group, un gruppo per la definizione di standard costituito da produttori di Data Base.
OEM (Original Equipment Manufacturer) Produttore di Equipaggiamenti Originali: un'azienda che produce equipaggiamenti, eventualmente assemblando componenti acquistati da altri fornitori, ottenendo un prodotto originale marcato con il proprio nome.
Off-Line Una transazione durante la quale non viene realizzata alcuna connessione ad un computer centrale. Vedi anche On Line.
OLE (Object Linking and Embedding) Uno standard di fatto che descrive la comunicazione tra applicazioni in un ambiente operativo orientato agli oggetti.
Ologramma Un'immagine ottica su una superficie piatta che sembra tridimensionale se visto ad occhio nudo. Gli ologrammi vengono realizzati sulle Card come caratteristica di sicurezza per prevenire le frodi.
Omnidirezionale Una descrizione dell'abilità di un Transponder di essere letto secondo qualsiasi orientamento.
Onda Elettromagnetica Un'onda sinusoidale nella quale le componenti o i vettori elettrico E e magnetico H possono essere distinte secondo direzioni perpendicolari l'una all'altra e si propagano in una direzione che è perpendicolare a entrambi i vettori E ed H. Generalmente utilizzato per denotare un'Onda Elettromagnetica trasversale (TEM). L'energia contenuta nell'onda si propaga anch'essa in direzione perpendicolare ai vettori E e H. La potenza fornita dall'onda è il prodotto vettoriale di E ed H (il vettore di Poynting).
On-Line Una transazione durante la quale viene realizzata una connessione diretta ad un computer centrale (usualmente tramite la rete telefonica pubblica o tramite una rete di computer). Vedi anche Off Line.
OOK (On-Off Keying) Un caso speciale di ASK in cui la portante è commutata tra un valore di ampiezza massima e l'assenza della portante stessa, dipendentemente dal valore del dato (1 o 0).
Opacità La proprietà ottica di un materiale che fa da substrato per la stampa di un Bar Code che quantifica la trasparenza verso la parte posteriore o verso il prossimo foglio. Viene definita come il rapporto tra la riflettanza sovrapponendo il substrato ad una superficie nera e la riflettanza misurata sovrapponendo il substrato ad una superficie bianca.
OS (Operating System) Vedi Sistema Operativo.
Output Digitale Vedi I/O Digitale.
Overhead in un Bar Code Il numero fisso di caratteri richiesto per lo start, lo stop ed il check. Ad esempio un simbolo che richieda un carattere di start, uno di stop e due di check contiene quattro caratteri di Overhead. Perciò per codificare tre caratteri è necessario stampare un Bar Code di sette caratteri.
P
Parametri Ambientali Parametri, quali temperatura, pressione, umidità, rumore, ecc. che possono avere un impatto sulle prestazioni del sistema.
Parità Una semplice tecnica di Rilevazione dell'Errore nella quale un ulteriore bit (0 o 1) viene aggiunto ad ogni carattere binario rappresentato per ottenere un numero pari di bit ad 1 (parità pari) od un numero dispari di bit a 1 (parità dispari). Verificando la parità del carattere ricevuto può essere rilevato un eventuale errore. Lo stesso principio può essere applicato a blocchi di dati binari.
Part Program Sequenze di codici numerici che permettono alle macchine utensili di operare automaticamente.
PC (Personal Computer) Tipologia di Computer Personali nati verso la fine degli anni '70 i quali sono dedicati all'uso da parte di una persona. In particolare, all'inizio degli anni '80 l'IBM ne mise sul mercato una gamma di modelli, basati su Microprocessori Intel della famiglia 8088-80x86, che direttamente o sotto forma di compatibili prodotti da altri, hanno praticamente conquistato buona parte del mercato.
PC Card Dispositivo standard indipendente dall'architettura che viene tipicamente utilizzato nei PC portatili (precedentemente chiamato PCMCIA).
PC Industriale PC dedicato ad Applicazioni Industriali; si tratta di PC strutturati particolarmente, soprattutto a livello meccanico, per sopportare ambienti industriali.
PC Singleboard Un PC completo integrato in una singola scheda elettronica. Vengono utilizzati usualmente per Applicazioni Embedded.
PCMCIA (Personal Computer Memory Card International Association). Vedi PC Card.
Penetrazione Elettromagnetica Termine utilizzato per indicare la capacità delle Onde Elettromagnetiche di propagarsi all'interno dei materiali od attraverso i materiali stessi. I materiali non conduttivi sono essenzialmente trasparenti alle Onde Elettromagnetiche, ma meccanismi di assorbimento, particolarmente a frequenze più alte, possono ridurre la quantità di energia che si propaga attraverso il materiale. I metalli costituiscono delle buone superfici di riflessione per Onde Elettromagnetiche che si propagano liberamente, con una parte molto piccola dell'onda incidente che riesce a propagarsi oltre la superficie del metallo.
Penna Ottica Un Lettore di Bar Code a forma di penna che emette un raggio dalla punta. Questi dispositivi sono piuttosto vecchi, ma essendo poco costosi sono ancora largamente utilizzati dove la velocità e le prestazioni non sono cruciali.
Periodo di Vita Il periodo di tempo durante il quale un componente o un equipaggiamento esiste e funziona in modo coerente con le specifiche. Vedi anche MTBF.
Personalizzazione di una Smart Card Durante il processo una Smart Card viene modificata per contenere le informazioni che riguardano una persona. Ci sono due tipi di Personalizzazioni: grafica ed elettrica. La Personalizzazione grafica modifica l'aspetto della Card (il nome, la fotografia, ecc.); la Personalizzazione elettrica modifica le informazioni contenute in forma elettronica.
PIC (MicroChip) Si tratta dei primi Microcontrollori RISC. RISC generalmente sottintende che la semplicità del progetto permette che un maggior numero di caratteristiche possa essere aggiunto ad un costo inferiore, e la linea PIC non fa eccezione. Sebbene abbia poche istruzioni (ad esempio 33 istruzioni per la linea 16C5X), la linea PIC ha una moltitudine di caratteristiche incluse come parte del Chip. Bus separati per le istruzioni ed i dati, consentono l'accesso simultaneo dei programmi e dei dati, e la sovrapposizione temporale di alcune operazioni, ottenendo così migliori prestazioni. I benefici della semplicità del progetto sono un Chip molto piccolo, un basso numero di pin e un consumo di potenza molto basso. Queste caratteristiche, oltre alla loro economicità, ne hanno causato la grande diffusione soprattutto nelle Applicazioni Embedded relativamente poco complesse.
PID (Proportional, Integral, Derivative) Tecnica utilizzata nel controllo digitale di un processo fisico (quale ad esempio il movimento lungo un asse ottenuto tramite l'azione di un motore). Viene costruita una funzione del tempo calcolata come differenza fra il valore effettivo e il valore desiderato. Con l'azione di controllo Proporzionale la variabile controllata viene modificata in modo proporzionale all'errore. Con l'azione di controllo Integrativa la correzione è proporzionale all'integrale nel tempo della funzione di errore. Con l'azione di controllo Derivativo la correzione è proporzionale alla derivata rispetto al tempo della funzione di errore.
PIN (Personal Identification Number) Numero Personale di Identificazione: il numero o codice che un Possessore di Card deve digitare per confermare di essere la persona autorizzata ad utilizzare la Card.
PINPad Una piccola tastiera, che normalmente contiene tasti numerici, utilizzata dal possessore di Card per digitare il PIN.
PLC (Programmable Logic Controller) Si tratta di un dispositivo di controllo che memorizza ed esegue istruzioni dedicate a comandare una macchina industriale ed a controllarne gli stati. Originariamente basati su circuiti a Relè, attualmente i PLC sono dei veri e propri Microcomputer.
PM (Modulazione di Fase) Rappresentazione di dati o segnali di stato attraverso la fase di un'onda Portante Sinusoidale a frequenza fissa. Quando il dato è rappresentato in forma binaria la Modulazione implica una differenza di fase di 180 gradi tra gli stati binari e viene chiamata PSK (Phase Shift Keying).
Polling Un mezzo per controllare dispositivi su di una linea Multipunto. La tecnica consiste nell'inviare ciclicamente un messaggio di interrogazione ad ogni dispositivo, il quale risponderà con un dato da inviare al punto centrale oppure in un modo convenzionale per significare che nessun dato è disponibile. Vedi Selecting:
Portabilità La capacità di un software applicativo di operare su diversi sistemi operativi, database e reti, senza richiedere modifiche consistenti e senza sacrificare alcuna funzionalità.
Portante Vedi Frequenza Portante.
Portante Sinusoidale Una forma d'onda fondamentale, caratterizzata da una singola frequenza e lunghezza d'onda, usata per trasportare dati o informazioni per mezzo della Modulazione di una caratteristica della forma d'onda.
Porting Processo di lavoro su di un programma per trasformarlo affinché possa funzionare in un ambiente operativo diverso da quelli previsti originariamente.
POS (Point Of Sale) Punto di Vendita: sottintendendo la parola "terminale", ci si riferisce al dispositivo localizzato presso il Punto di Vendita, attraverso il quale viene eseguita una transazione di pagamento tramite Card.
Possessore di Card Generalmente la persona alla quale una Card nominativa viene intestata.
Processo Vedi Task
Processo Continuo In un Processo Continuo non è possibile identificare un prodotto singolo e separato. Si tratta, ad esempio, di processi di lavorazione di sostanze liquide. Vedi anche Processo Discreto.
Processo Discreto Un processo in cui vengono lavorati prodotti singoli e separati. L'esempio usuale è la linea produttiva di una fabbrica di autoveicoli, in cui ogni automobile è un prodotto distinto. Vedi anche Processo Continuo.
Profibus Uno standard per Bus di Campo originato in Germania, da non confondersi con quello comune europeo denominato Profibus PA.
Profibus PA E' il nome concordato attribuito ad uno standard europeo per un Bus di Campo per l'automazione di processo.
Profondità di Campo In un sistema ottico la distanza tra il massimo e il minimo piano di messa a fuoco.
PROM (Programmable Read-Only Memory) Una memoria a sola lettura che è scrivibile una sola volta dopo la fabbricazione, per mezzo di un dispositivo apposito (programmatore di PROM).
Prossimità Termine usato per indicare la vicinanza tra un Transponder ed il Lettore.
Protezione del Campo Dati La caratteristica di controllare l'accesso ad un Campo Dati memorizzato in una Smart card o in un Transponder.
Protocollo L'insieme delle regole e di procedure che governano lo scambio di informazioni tra dispositivi in un collegamento dati.
Protocollo di una Smart Card Un insieme di regole e di procedure che governano lo scambio di informazioni tra una Smart Card ed il Lettore. L'ISO definisce diversi protocolli tra cui T=0, T=1 e T=14.
PSK (Phase Shift Keying) Rappresentazione di dati binari, 0 e 1, attraverso la fase di un'onda Portante Sinusoidale a frequenza fissa; una differenza di 180 gradi viene utilizzata per rappresentare i rispettivi valori.
Punto-Punto La comunicazione Punto-Punto, cioè tra due unità che comunicano su di una linea, costituisce il caso più frequente. Viene utilizzata sia in applicazioni semplici, quale ad esempio la comunicazione tra un PC ed una stampante, sia in applicazioni più complesse, dove ogni utente comunica utilizzando una sua propria linea per motivi di sicurezza.
PVC (Polivinile Clorato) Un tipo di plastica utilizzato per la produzione di laminati dai quali vengono ricavati i corpi di alcune Smart Card, solitamente quelle che richiedono l'Embossing, il pannello per la firma od ulteriori strati di materiale.
Q
Qualità di Stampa di un Bar Code La misura della corrispondenza di un Simbolo alle specifiche di tolleranza dimensionale, nitidezza dei bordi, punti neri, spazi vuoti, riflettanza, zona quieta e codifica.
R
Raccolta Dati Vedi Rilevazione Dati.
RAM (Random-Access Memory) Una Memoria Volatile accessibile mediante l'indirizzamento delle sue locazioni, che viene utilizzata di solito come area dati di lavoro e di appoggio per il Microprocessore. Alcune Card sono dotate di RAM.
RAM Statica Tamponata Si tratta di RAM resa non volatile tramite un opportuno circuito +i alimentazione ed una batteria che la rendono idonea a mantenere in modo stabile una certa mole di programmi e di dati. Per questa applicazione si usano RAM statiche (e non RAM dinamiche) perché sono più veloci e consumano meno potenza. Non ci sono limiti al numero di volte che le RAM Statiche Tamponate possono essere riscritte.
Range di Lettura La massima distanza tra l'Antenna di un Lettore/Interrogatore ed un Transponder a cui la lettura può essere effettuata. Tale distanza sarà influenzata dall'orientamento e dall'angolo rispetto all'Antenna ed eventualmente dalle condizioni ambientali.
Rapporto Segnale/Rumore & Distorsione (SINAD) Il rapporto tra i livelli combinati di segnale, rumore e distorsione ed i livelli combinati di rumore e distorsione presenti in un sistema.
Rapporto Segnale/Rumore (S/N) Il rapporto tra il livello del segnale ed il livello del rumore presenti in un sistema, usualmente espresso in decibel.
Read Only Termine applicato ad una Card nella quale il dato è memorizzato in modo non modificabile e che quindi può essere solo letta. Vedi anche Programmazione di Fabbrica.
Reader Vedi Lettore
Real Time Descrive un'applicazione che richiede che un programma risponda agli stimoli entro un certo intervallo limitato e predefinito di tempo detto di risposta (tipicamente dell'ordine dei millisecondi o qualche volta dei microsecondi). Tali applicazioni spesso richiedono sistemi operativi speciali.
Real Time Operating System (RTOS) Una tipologia di sistemi operativi in cui gli interrupt, i cambi di contesto e i servizi di sistema vengono gestiti entro un certo tempo massimo specificato, rendendoli adatti per il controllo di hardware in sistemi embedded ed altre applicazioni critiche. In generale un RTOS è dotato di un kernel compatto che ne consente l'utilizzo in sistemi embedded in cui la quantità di memoria disponibile è limitata.
Real Time Structured Analysis (RTSA) Indica una tipologia di analisi strutturata capace di modellare gli aspetti Real Time del software.
Relè Un dispositivo elettromeccanico controllabile tramite un Output Digitale che consente di controllare l'attivazione di una apparecchiatura elettrica esterna.
Rete a Bus Consiste tipicamente di un tronco di linea alla quale tutte le unità sono connesse come nodi. Tutto il traffico dei dati viene inviato attraverso il bus al ricevente. Una Rete a Bus deve essere governata da regole che definiscono come un trasmettitore rileva se la linea è libera e come deve procedere se la trasmissione dovesse collidere con altro traffico, ad es. ritrasmettendo dopo un certo intervallo di tempo. La Rete a Bus è semplice da istallare e da estendere. Esempi di Reti a Bus comuni sono Ethernet e AppleTalk. Uno degli inconvenienti di questo tipo di reti è che il traffico può essere lento se molte unità desiderano comunicare allo stesso tempo sulla rete.
Rete a Stella Una rete con più connessioni Punto-Punto ad un unico nodo centrale. Ogni unità periferica comunica, sulla propria linea, con l'unità centrale. Il vantaggio di una Rete a Stella consiste nella sua alta affidabilità. Infatti se una linea non funziona, le altre linee possono continuare ad operare normalmente. Lo svantaggio consiste nel fatto che, poiché necessita di molti cablaggi, il costo dell'impianto è piuttosto elevato. Inoltre tutte le comunicazioni devono aver luogo attraverso l'unità centrale.
Rete ad anello In una Rete ad Anello, tutte le unità sono connesse in serie l'una all'altra in modo circolare. Questo significa che tutte le comunicazioni devono passare attraverso tutte le altre unità dell'anello per raggiungere il ricevitore. Per evitare collisioni, un messaggio vuoto detto token viene fatto circolare nella rete. Il trasmettitore, se trova il token ancora vuoto, vi inserisce un indirizzo di destinazione ed il messaggio da inviare. L'unità successiva nell'anello rileva se il messaggio è destinato al proprio indirizzo ed, in caso contrario lo passa all'unità successiva. Quando il messaggio raggiunge il suo destinatario, il ricevitore lo preleva, inserisce una "ricevuta", e fa circolare ancora il token sulla rete. Il trasmettitore originale rileva la "ricevuta" per assicurarsi che il messaggio sia stato ricevuto correttamente e quindi rimette sulla rete il token vuoto per poter ricevere altri messaggi. Token Ring è un esempio di Rete ad Anello dal punto di vista del percorso del segnale, anche se la rete è fisicamente connessa come una rete a stella distribuita. Le prestazioni di una rete ad anello sono piuttosto elevate, ma può essere più complessa da istallare e da modificare di una Rete a Bus.
Rete Combinata Una rete composta di diverse sottoreti aventi ciascuna un proprio tipo di topologia. Esempio: una Rete a Bus a cui sono collegate un certo numero di Reti a Stella.
Rete Neuronale Tecnica per la realizzazione di Algoritmi complessi che si ispira a concetti ripresi dal funzionamento delle sinapsi neuronali nel cervello. Il vantaggio della Rete Neuronale consiste nel fatto che è possibile farla funzionare senza capire completamente le complesse regole logiche dell'Algoritmo che realizza. Il progettista che la utilizza applica un insieme di dati in ingresso e la "allena" a produrre le uscite richieste entro un certo margine definito di errore. Se le uscite della rete non concordano con il risultato desiderato, i parametri della rete vengono alterati. Dopo la fase di "allenamento", si assume che la rete produrrà i risultati desiderati, o qualcosa di prossimo, anche quando vengono proposti in ingresso dati nuovi e sconosciuti.
RF ID (Radio Frequency Identification) Abbreviazione per Identificazione tramite Transponder.
Ridondanza In termini di informazione, è una parola per descrivere i bit addizionali, quali quelli per il controllo dell'errore o i dati ripetuti, oltre quelli richiesti per trasmettere l'informazione del messaggio.
Riflessione Diffusa La componente della luce riflessa che si propaga in tutte le direzioni dalla superficie riflettente.
Riflettanza Il rapporto tra la quantità di luce di una specifica lunghezza d'onda o serie di lunghezze d'onda riflessa da una superficie di test e la quantità di luce riflessa da una superficie standard di ossido di bario o di ossido di magnesio sotto condizioni di illuminazione simili.
Riflettanza Media dello Sfondo La media aritmetica della Riflettanza dello sfondo in almeno cinque punti differenti di un foglio.
Rilevazione Accessi Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per la visualizzazione e l'interrogazione, i dati che riguardano il transito di persone e veicoli verso l'interno o verso l'esterno di un'area o di una struttura.
Rilevazione all'Uscita dal Campo Un modo di operazione in cui l'identificazione di un Transponder viene rilevata al momento in cui esce dalla Zona di Interrogazione. Vedi anche Rilevazione all'Ingresso nel Campo.
Rilevazione Allarmi Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per la visualizzazione e l'interrogazione, i dati che riguardano le situazioni di allarme venutesi a creare all'interno di un'area o di una struttura. Ad esempio incendio, intrusione, porte rimaste aperte, ecc.
Rilevazione Continua Un modo operativo del Lettore/Interrogatore in cui l'identificazione di un Transponder viene rilevata continuamente mentre rimane all'interno della Zona di Interrogazione.
Rilevazione Dati Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per la visualizzazione e l'interrogazione un certo tipo di Dati, rilevanti ai fini di una qualche Gestione, che riguardano un'area od una struttura.
Rilevazione all'Ingresso nel Campo Un modo di operazione in cui l'identificazione di un Transponder viene rilevata al momento in cui entra nella Zona di Interrogazione e quindi viene inibita ogni ulteriore rilevazione fino a che non sia trascorso un determinato intervallo di tempo predefinito. Vedi anche Rilevazione all'Uscita dal Campo.
Rilevazione di Errore Un termine per denotare uno schema o azione per determinare la presenza di Errori in una stringa di Dati.
Rilevazione Magazzino Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per una Gestione del Magazzino, i dati che riguardano le operazioni di carico e scarico di merci.
Rilevazione Presenze Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per una Gestione delle Presenze del Personale, i dati che riguardano le operazioni di ingresso e di uscita da un luogo di lavoro. La Gestione delle Presenze a sua volta poi genera i dati che vengono passati alla Gestione Paghe.
Rilevazione Produzione Il processo che provvede a raccogliere e registrare in modo automatizzato e quindi rendere disponibili per una Gestione della Produzione, i dati che riguardano le singole operazioni produttive. Tali dati possono essere immessi dagli operatori addetti alla produzione stessa o raccolti direttamente, tramite adeguate interfacce, dalle macchine operatrici.
Ripetitore Un dispositivo che amplifica e rigenera il segnale per la trasmissione su lunghe distanze. L'RS422 e l'RS485 permettono la realizzazione di connessioni ad una distanza massima di 1200 m con un massimo di 32 unità. Istallando un ripetitore è possibile aggiungere alla rete un ulteriore segmento da 1200 m con altre 32 unità.
RISC (Reduced Instruction Set Computer) Computer a Set di Istruzioni Ridotto: termine contrapposto a CISC (Complex Instruction Set Computer) che indica un tipo di CPU ad architettura innovativa aventi un set di poche e semplici istruzioni. I benefici della semplicità dell'architettura RISC sono: un Chip più piccolo, un minor numero di pin e consumi molto bassi. Tali caratteristiche risultano interessanti per il mercato dei Microcontrollori.
Risoluzione di un Bar Code La dimensione dell'elemento più sottile che può essere distinto da un particolare Lettore o che può essere stampato con un particolare dispositivo di stampa.
ROM (Read-Only Memory) Una memoria in cui le informazioni possono essere lette, ma non scritte, se non una volta durante il processo di fabbricazione. Ad esempio il Sistema Operativo di una Smart Card viene normalmente mascherato su di una ROM. Usualmente ci si riferisce al software codificato su di una ROM come al Firmware.
Router Connette reti locali con standard diversi (ad esempio Ethernet con Token Ring o Profibus). Il Router trasforma e ricostruisce i segnali elettrici ed i dati per i differenti standard. Un Router può anche essere utilizzato per separare i diversi segmenti di una rete al fine di migliorare le prestazioni e l'affidabilità.
RS232 Una comune interfaccia fisica standard specificata dall'EIA per l'interconnessione dei dispositivi. Lo standard consente ad un singolo dispositivo di essere connesso (Punto-Punto) a velocità fino a 9600 baud a distanze fino a 15 metri. Più recenti implementazioni dello standard consentono velocità più alte e distanze più grandi.
RS422 Un'interfaccia standard bilanciata simile all'RS232, ma che usa segnali in tensione differenziali su di un doppino telefonico twisted. Si ha così una maggiore immunità al rumore che con l'RS232. Tale interfaccia può essere utilizzata per una connessione Punto-Punto o Multipunto con distanze fino a 3000 metri.
RS485 Una versione migliorata dell'RS422 che permette che molti dispositivi (tipicamente 32) siano connessi su di un bus a due fili a distanze di oltre un chilometro.
RSA Il sistema di Crittografia a Chiave Pubblica più largamente usato; il nome deriva dalle iniziali dei cognomi dei tre inventori dell'Algoritmo di cifratura.
RTU (Remote Terminal Unit) Un equipaggiamento elettronico a microprocessore situato in un punto remoto in cui viene concentrata l'informazione di processo. Rileva l'informazione di processo che viene inviata al centro di controllo. Inoltre realizza i controlli periferici come specificato dal centro di controllo.
Rumore Segnali elettromagnetici estranei non desiderati indotti dall'ambiente, che usualmente hanno caratteristiche random o a larga banda; tali segnali sono una possibile sorgente di errori o di degrado delle prestazioni.
S
SAM (Security Access Module) Un'unità a microprocessore dedicata che consente un'autenticazione attiva con una appropriata Smart Card.
SCADA (Supervisory Control and Data Acquistion) Controllo di supervisione e acquisizione dati. Ci si riferisce al livello di applicazioni industriali che controlla dispositivi come ad esempio i PLC ed esegue l'acquisizione di dati ed il monitoraggio degli impianti. Questi sistemi sono usualmente basati su PC o workstation.
Scanner Un dispositivo con parti optoelettroniche che converte informazioni ottiche in segnali elettrici.
Scanner a Proiezione Un tipo di Lettore di Bar Code che è normalmente posizionato verticalmente e che proietta raggi laser orizzontalmente per eseguire la scansione.
Scanner a Raggio Mobile Uno Scanner in cui il movimento di scansione è ottenuto modificando meccanicamente od elettronicamente la geometria ottica.
Scanner da Banco Uno Scanner di Bar Code che normalmente emette raggi laser multipli, adatto ad operare ad alta velocità (ad esempio nei supermercati). Tale dispositivo viene montato nella parte superiore del banco in modo tale che i prodotti possano essere passati facilmente e velocemente sopra lo Scanner per la lettura del Bar Code.
Scanner Laser Uno Scanner di Bar Code che utilizza tecnologia laser. Tali Scanner emettono raggi laser che consentono di leggere il Bar Code. Gli Scanner Laser hanno "profondità di campo" che consentono loro di leggere Bar Code da 15 cm fino a circa 1 m di distanza.
Scanner Verticale Vedi Scanner a Proiezione.
Schermatura Il processo di evitare o minimizzare l'interferenza elettromagnetica utilizzando materiali "riflettenti" ed "assorbenti" opportunamente strutturati o posizionati in modo da ridurre l'interazione tra la sorgente potenziale di interferenza ed il circuito che deve essere protetto.
Scrambling La tecnica di riarrangiare o trasporre i dati per aumentare la sicurezza o l'efficacia degli schemi di controllo degli errori.
Scrittura Vedi Codifica.
Selecting Un mezzo per controllare dispositivi su di una linea Multipunto. La tecnica consiste nell'inviare dal punto centrale il messaggio al destinatario selezionandolo direttamente. Vedi Polling:
Self-Checking Termine attribuibile ad una simbologia stampata in cui un singolo difetto di stampa non causa la trasposizione del carattere in un altro carattere valido della stessa simbologia.
Sensibilità all'Orientamento La sensibilità di risposta per un Transponder espressa in funzione della variazione angolare della posizione.
Sensore Un dispositivo elettronico che rileva un entità fisica e fornisce un segnale elettronico che può essere utilizzato per scopi di controllo.
Sensore di Prossimità Un dispositivo elettronico che rileva e segnala la presenza di un oggetto selezionato. Se utilizzato in associazione con un sistema RFID, il sensore viene predisposto per rilevare la presenza di un oggetto recante un Transponder, quando entra nella zona in prossimità del Lettore/Interrogatore, cosicché il Lettore possa essere attivato per effettuare la lettura.
Sessione di una Smart Card Periodo di tempo che intercorre tra due reset, oppure tra il momento in cui viene data l'alimentazione ed il momento in cui viene tolta.
SET (Secure Electronic Transaction) Transazione Elettronica Sicura: una tecnologia sviluppata da un gruppo di aziende, tra cui IBM e Visa, per il commercio elettronico (E-Commerce).
Set di Caratteri Un insieme di caratteri assemblato per soddisfare una specifica generale o applicativa.
Set-point Un livello desiderato per una variabile di processo. I sistemi operano in modo da correggere la variabile quando devia da questo valore standard.
Sfondo di un Bar Code Gli spazi e le aree che circondano un Simbolo stampato.
SIM (Subscriber Identification Module) Modulo di Identificazione dell'Abbonato: un tipo specifico di Smart Card per i sistemi GSM che reca il numero di identificazione dell'abbonato, permettendo all'abbonato stesso di chiamare da qualsiasi dispositivo GSM.
Simbolo Una combinazione di caratteri Bar Code (includendo i caratteri di start/stop, la zona quieta, i caratteri di dati ed i check character richiesti da una particolare simbologia), che formano un'entità completa e leggibile.
Simbolo Prestampato Un Simbolo che viene stampato in anticipo, o su di un'etichetta, o sull'articolo che deve essere identificato.
Sincrono Uno schema di comunicazione dati in cui il dato è trasmesso facendo riferimento ad un segnale di Clock. Il Clock può essere un segnale separato oppure può essere parte dei dati.
Sistema ad Intelligenza Distribuita Un sistema progettato per avere una serie di punti di controllo decentralizzati che hanno un certo grado di autonomia, ma che sono comunque integrati in un unico sistema (eccetto che nel caso di funzionamento degradato per caduta di tutto o di parte del sistema). Il centro ha di solito un controllo gerarchico sul resto del sistema, ma la maggior parte dei controlli avviene in periferia.
Sistema Chiuso Un sistema il cui uso è limitato all'organizzazione per la quale è stato concepito. Esempi di Sistemi Chiusi possono essere le Card per un campus universitario, i Badge aziendali, ecc.. Vedi anche Sistemi Aperti.
Sistema Embedded Un sistema computerizzato specializzato, che può essere parte di un sistema più ampio o di una macchina, che è progettato per funzionare senza l'intervento umano. Tipicamente un Sistema Embedded si basa su di una singola scheda a Microprocessore (spesso si tratta di un Microcontrollore), con i programmi memorizzati in ROM (od altro dispositivo di memoria non volatile). Virtualmente tutti gli apparecchi (forni a microonde, videoregistratori, automobili, ecc.) possono utilizzare sistemi embedded, ed è questa la tendenza attuale. Alcuni Sistemi Embedded includono un Sistema Operativo, ma molti sono così specializzati, che l'intera logica può essere realizzata come un programma singolo.
Sistema Operativo Il software di base che pianifica l'esecuzione delle Task, alloca la memoria, gestisce l'interfaccia con l'hardware periferico e presenta all'utente un'interfaccia di base quando non sta operando alcuna applicazione. Il Sistema Operativo può essere suddiviso in un kernel, sempre presente, ed in vari programmi di sistema che utilizzano i servizi forniti dal kernel per eseguire compiti di manutenzione. E' opinabile se includere un'interfaccia utente grafica ed il sistema di gestione delle finestre come parti del Sistema Operativo.
Sistema Operativo Real Time Vedi Real Time Operating System (RTOS)
Slave In un insieme di dispositivi nell'ambito di uno stesso sistema può essere definito come Slave un dispositivo che subisce una qualche funzione privilegiata di controllo o di concentrazione dati da parte di un dispositivo Master. Un dispositivo Slave può comunque essere dotato di un'autonomia di controllo o di memorizzazione di dati specialmente in caso di degrado del sistema.
Smart Card Chiamate anche Card a Circuito Integrato o Chip Card. Una Card formata da un corpo plastico e un Micromodulo integrato in una speciale cavità. Si dividono in due grandi categorie: Card a Microprocessore e Memory Card.
Smart Card a Contatto Una Smart Card che opera per mezzo di Contatti fisici con il Lettore. Vedi anche Smart Card senza Contatto.
Smart Card senza Contatto Una Smart Card che opera senza un modulo visibile e che comunica per mezzo di un segnale a radiofrequenza. Non c'è bisogno di Contatti fisici tra la Card ed il Lettore. Vedi anche Smart Card a Contatto.
Software Industriale Vedi Applicazione Industriale.
Solenoide Dispositivo di azionamento elettromeccanico.
Sorgente Isotropica Una sorgente elettromagnetica ideale che emette radiazioni in modo perfettamente simmetrico in tutte le direzioni.
Spazio L'elemento più chiaro di un Bar Code costituito di solito dallo Sfondo visibile tra le Barre.
Spettro di un Segnale Espressione usata per denotare la costituzione di un segnale o di una forma d'onda in termini di componenti sinusoidali aventi diverse relazioni di frequenza e di fase (componenti spettrali).
Spettro Elettromagnetico Il continuum delle onde elettromagnetiche, distinte per frequenze componenti e bande che mostrano particolari caratteristiche o sono state usate per applicazioni particolari, tra cui le bande radio, microonde, ultravioletta, visibile, infrarossa, raggi X e raggi gamma.
Stampa Termica Diretta Si tratta di una tecnologia di stampa nella quale si utilizza una carta che reagisce chimicamente al calore. La superficie della carta è rivestita con uno strato di materiale termosensibile che diventa scuro se esposto al calore intenso. Le stampanti che usano questa tecnologia non richiedono inchiostro o nastro e sono tipicamente usate quando il documento stampato non deve durare un lungo periodo.
Stampante di Bar Code Una stampante utilizzata per produrre Bar Code su etichette, fogli od altro materiale cartaceo. Può essere una semplice stampante di tipo generico oppure un dispositivo sofisticato e dedicato.
Stand Alone Si riferisce ad un dispositivo che lavora autonomamente senza alcuna interconnessione ad altri dispositivi.
Standard Uno Standard (o norma standard) è un insieme di specifiche che definiscono le proprietà fisiche, elettriche o logiche di un dispositivo. L'ente internazionale di livello più elevato preposto all'emissione degli Standard è l'ISO.
Storico Un archivio di dati in cui vengono registrate con la data e l'ora tutte le operazioni compiute da un certo sistema.
STX (Start of Text) Un carattere di controllo del set ASCII che viene di solito usato per contrassegnare l'inizio di un pacchetto dati.
System Engineering Ingegneria di Sistema: la materia che riguarda la progettazione di un sistema integrato scomponibile in parti più semplici reperibili o progettabili indipendentemente. Vedi anche Integratore di Sistemi.
T
Tag Vedi Transponder Passivo.
Tag Attivo Vedi Transponder Attivo.
Task Una funzione che può operare indipendentemente su di un computer. La pianificazione di quando e per quanto tempo debbano essere eseguite le Task spetta al Sistema Operativo.
Task Real Time Una Task che viene eseguita in connessione con qualche processo, funzione od insieme di eventi esterni al computer e che deve operare entro certi limiti temporali ben definiti per poter interagire correttamente ed efficacemente con l'ambiente esterno.
TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol) Un insieme di Protocolli di comunicazione che emerse da un progetto di ricerca eseguito dal Dipartimento della Difesa statunitense. Lo schema del TCP/IP realizza un'architettura client-server tra due computer connessi in rete, indipendentemente dalle modalità fisiche del collegamento. Ogni computer connesso alla rete può utilizzare il TCP/IP per usufruire o fornire servizi in collegamento con un qualsiasi altro computer che opera con un software TCP/IP complementare.
Tempo di Apertura In un sistema di Controllo Accessi, l'intervallo di tempo per cui il Meccanismo di Accesso rimane attivato per consentire il transito.
Tempo Medio per la Riparazione L'intervallo di tempo in cui un sistema non è operativo tra il momento in cui va fuori servizio ed il momento della riparazione.
Tempo Reale Vedi Real Time.
Terminale Un dispositivo connesso in rete che svolge una qualche funzione di interfacciamento con l'utente. Il termine viene utilizzato alle volte per alludere ad un Microcomputer dedicato alla Rilevazione Dati.
Tessera Vedi Card.
Token Ring Un meccanismo di accesso alla LAN ed una topologia sviluppata dall'IBM e standardizzata come IEEE 802.5, nella quale un pacchetto di supervisione (token) viene passato da stazione a stazione in ordine sequenziale. Le stazioni che desiderano guadagnare l'accesso alla rete devono aspettare che arrivi il token prima di trasmettere i dati. Vedi anche Rete ad Anello.
Tolleranza La massima deviazione permessa del valore di un parametro di sistema, causata da una qualsiasi influenza del sistema stesso od ambientale. Usualmente la tolleranza viene espressa in parti per milione (ppm).
Traccia Sottinsieme longitudinale della Banda Magnetica destinato alla registrazione dei dati.
Traccia 1 La Traccia 1 di una Banda Magnetica può contenere 76 caratteri alfanumerici. Normalmente su una carta di credito tale traccia contiene il numero della carta, la data di scadenza ed il nome del titolare.
Traccia 2 La Traccia 2 di una Banda Magnetica può contenere 37 caratteri numerici. Normalmente su una carta di credito tale traccia contiene il numero della carta e la data di scadenza.
Traccia 3 La Traccia 3 di una Banda Magnetica può contenere 104 caratteri numerici. Normalmente su una carta di credito tale traccia contiene il numero della carta, la data di scadenza ed altro spazio per informazioni aggiuntive.
Transazione Una registrazione che contiene informazione pertinente per descrivere più completamente possibile un evento avvenuto. Usualmente una transazione contiene la data e l'ora dell'evento, l'indirizzo della stazione che lo ha registrato, il tipo di evento ed altre informazioni specifiche.
Transceiver Un dispositivo usato sia per ricevere che per trasmettere dati.
Transponder Dall'inglese TRANSmitter/resPONDER: un dispositivo trasmettitore/risponditore utilizzato per identificare in modo totalmente automatico (ossia senza intervento umano) una persona od un oggetto. Vedi anche Transponder Attivo, Transponder Passivo.
Transponder Attivo Un dispositivo portatile a batteria che reagisce ad uno specifico Campo Elettromagnetico induttivamente Accoppiato od irradiato, prodotto dal Lettore, fornendo in risposta una radiofrequenza Modulata da dati. Vedi anche Transponder Passivo.
Transponder Passivo Un dispositivo recante dati e privo di batteria che reagisce ad uno specifico Campo Elettromagnetico induttivamente Accoppiato od irradiato, prodotto dal Lettore, fornendo in risposta una radiofrequenza Modulata da dati. Non avendo alcuna sorgente di energia interna, i Transponder Passivi derivano l'alimentazione che serve loro per poter rispondere dal campo elettromagnetico generato dal Lettore/Interrogatore. Vedi anche Transponder Attivo.
Trasferimento Dati Il processo di comunicare Dati da una sorgente a una destinazione.
Trasmettitore Un dispositivo elettronico per emettere un'Onda Elettromagnetica od un Campo Elettromagnetico allo scopo di trasmettere o comunicare energia o dati/informazioni modulati. Spesso viene considerato separatamente dall'Antenna, come lo strumento per mezzo del quale viene fornita l'energia all'Antenna. In questo senso viene anche chiamato eccitatore.
Trasmissione Parallela Un metodo di trasmissione che invia un certo numero di bit simultaneamente su linee separate.
Trasmissione Sincrona Un metodo di trasmissione dati che necessita di informazioni di temporizzazione oltre ai dati stessi.
Trasponder Vedi Transponder
U
UART (Universal Asynchronous Receiver Transmitter) Un circuito elettronico digitale che si interfaccia con la CPU per le comunicazioni seriali asincrone.
UCC (Uniform Code Council) Precedentemente denominato Uniform Product Code Council; è l'organizzazione che amministra l'UPC ed altri standard per la vendita al dettaglio di prodotti.
UPC (Universal Product Code) Lo standard per i Simboli Bar Code per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari negli Stati Uniti.
UPC-A Un Simbolo UPC che codifica un certo numero di caratteri di sistema, 10 cifre di dati ed un check digit.
UPC-E Un Simbolo UPC che codifica 6 cifre di dati sistemate in modo da occupare un'area più piccola di quella occupata da un Simbolo UPC-A. Viene anche chiamato Simbolo "a zero soppressi" perché un codice UPC-A a 10 cifre può essere compresso in un formato UPC-E a 6 cifre sopprimendo gli zeri ridondanti.
UPS (Uninterruptible Power Source) Sorgente di Alimentazione non Interrompibile: dispositivo dotato di batterie ricaricabili usato principalmente come sorgente di alimentazione di riserva per computer e reti di computer per assicurare la possibilità di continuare ad operare nel caso di una mancanza della tensione di linea.
V
Varco Ogni mezzo di accesso in un'area a sicurezza controllata. Normalmente è costituito da un Lettore di Card, un Microcomputer di controllo, un Dispositivo Attuatore ed un Meccanismo di Accesso. In alcuni casi può esservi un'interfaccia utente con tastiera e display.
Variabile di Processo Un aspetto del prodotto processato che può variare durante il processo stesso, ad esempio la temperatura. Alcune variabili possono essere misurate, ma in alcuni processi possono essere solo stimate con valutazioni non direttamente inserite nel processo.
Velocità di Lettura La massima velocità possibile di trasferimento al Lettore dei dati contenuti in una Card.
Velocità di Scrittura La massima velocità alla quale i dati vengono codificati sulla Card e verificati.
Velocità di Trasferimento Dati In un sistema di comunicazione, la velocità alla quale i dati vengono trasferiti dalla sorgente alla destinazione espressa in Baud, bit per secondo (bps) o byte per secondo.
Verifica Il processo che consiste nell'assicurarsi che una particolare operazione eseguita sia andata a buon fine. Questa operazione è particolarmente importante nel caso della Codifica di una Card e consiste di solito nel rileggere i dati e confrontarli con quelli originali.
Vettore Un elemento quantitativo dotato di una grandezza o modulo, di una direzione e di un verso.
Vuoto in un Bar Code Un'indesiderabile assenza di inchiostro in una Barra stampata.
W
Wafer Matrici di Chip o dispositivi discreti vengono fabbricate sul Wafer durante il processo di produzione.
Wand Scanner Vedi Penna Ottica
White List Una metodologia applicativa per il Controllo Accessi in cui si controlla la presenza del Codice di Identificazione, appena letto dalla Card, in una lista di codici da accettare.
Windows CE Microsoft Windows CE è un Sistema Operativo a 32 bit piuttosto recente sviluppato per i computer palmari ed anche per le Applicazioni Embedded. I dispositivi che lo utilizzano possono comunicare tra di loro, scambiare informazioni e sincronizzarsi con computer basati su Windows e connettersi ad Internet. La sua API è un sottinsieme di Win32 (già alla base di Windows 95/98/NT).
WORM (Write Once Read Many) Una memoria che può essere programmata una volta e da quel momento in poi può essere solo letta.
X
Y
Z
Zona Quieta di un Bar Code Uno spazio chiaro che non contiene segni scuri che precede il carattere di start di un Simbolo e segue il carattere di Stop.
Zona/Area/Volume di Interrogazione La regione del Campo Elettromagnetico, determinata dall'Antenna del Lettore/Interrogatore, nella quale i Transponder possono essere rilevati.

^ Torna a inizio pagina ^